Utente 268XXX
Buongiorno
Ad Ottobre 2011 mi sono stati messi due impianti nelle posizioni numero 35 e 37 (spero di aver correttamente interpretato i documenti a mie mani – arcata inferiore sinistra) Ho eseguito, prima dell'intervento, la nuova panoramica e la Dentalscan di entrambi le arcate come richiestomi dal Medico. Due giorni dopo l’intervento ho telefonato al dentista ed ho chiesto se era cosa normale che l’anestesia fosse passata per un buon 40% ma per il restante 60% fossi ancora totalmente insensibile. Il Medico mi ha chiesto di passare in studio ed immediatamente mi ha visitata. Mi ha fatto una lastra ed ha segnalato di essersi avvicinato parecchio al nervo con uno dei due impianti (per capirci quello situato verso il centro dell’arcata). Mi ha però detto che molto lentamente la sensazione sarebbe sparita e tutto sarebbe tornato alla normalità. Nel frattempo ho fatto altri impianti e nessun problema è emerso. Sopra agli impianti sono state fissate le corone, quindi il lavoro dovrebbe considerarsi terminato. E’ trascorso poco meno di un anno da quell'intervento e posso dire che quella bruttissima sensazione é ancora evidente. Se mi tocco la metà labbro sx e la parte del viso sottostante fino ad arrivare sotto al mento sono coscente che sto toccando parte del mio corpo. Ma mio malgrado è come se tale parte fosse costantemente sotto una strana anestesia. Scrivo strana perché mentre tocco accuso un formicolio e talune volte arrivano anche delle scariche elettriche. soprattutto quando passo lo scovolino sotto ai denti ecco che la scarica elettrica sopraggiunge. Vorrei cercare di capire se il mio problema può essere risolto oppure se devo pensare di convivere tutto il resto della mia vita accompagnato dalle fastidiosissime sensazioni sul volto. Nessuno dall'esterno si accorge di questa anomalia. Questo mi rincuora perché, anche se io mi sento quasi gonfia, esteticamente significa che non eseguo movimenti strani e non ho impedimenti nei movimenti verso coloro che mi guardano. Però é davvero molto fastidioso!!! Ho sempre informato il Medico dentista della sensazione di fastidio. Da parte sua ho sempre sentito dire che ""passerà, molto lentamente ma passerà". Per cui in buona fede mi sono sempre fidata e non ho minimamente pensato (colpa mia) di farmi visitare da un esperto e/o di eseguire degli esami specifici. Medicinali dedicati non me ne sono stati prescritti. Non è certo una mia decisione quella di convivere con il mio problema, sia chiaro. Ma ho sempre seguito ciò che il dentista mi ha indicato. Tra l'altro il 19 aprile u.s. ho messo l'apparecchio nell'arcata inferiore, agganciato ai due "ponti" laterali fissati sugli impianti. Tra un mese tornerò all'ennesimo controllo. Il medico ieri mattina mi ha detto che, una volta tolti i brackets, provvederà a valutare accuratamente il mio problema. Ringrazio davvero tutti per una risposta. Non inserisco fotografie e/o rx perché tutto ciò che ho è antecedente l'intervento.
Se avete bisogno chiedete.


Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Auletta
28% attività
8% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile utente indipendentemente dalle foto il suo disturbo è stato descritto chiaramente.
Quello che Lei ci indica è denominata parestesia un disturbo assolutamente individuale che non da come ci diceva lesioni visibili da terzi.
La parestesia è dovuta ad una sofferenza del fascio vascolo nervoso ,attribuibile nel suo caso ad un trauma meccanico,risolvibile in tempi brevi quando la pressione è provocata dalla formazione dell'edema post-chirurgico che riassorbendosi libera il nervo dall'evento traumatico,oppure da una compressione fisica dell'impianto.
Nell'ultimo caso la risoluzione spontanea è difficile,quindi per avere miglioramenti bisognerebbe scostare fisicamente l'impianto dalla zona sesibile.