Utente 387XXX
Buonasera dottori, oggi a circa un mese da un rapporto a rischio vorrei spiegarvi la mia situazione. Era il 20 febbraio, il giorno dal quale non penso altro che all hiv, era una bellissima giornata che si e trasformata nella peggiore della mia vita. Ok arriviamo al punto, quel giorno ho avuto un rapporto con una ragazza, premetto che utilizzo sempre il profilattico, motivazione, perche sono alquanto paranoico, ma quel giorno è successo quel che è successo, cioe la rottura del profilattico e li mi è crollato il mondo addosso , ogni giorno che passava il mio pensiero era di aver contratto il virus dell hiv e questo pensiero è ancora vivo,con questo vi spieghero perche sono qui a descrivere il mio problema. Il fatto è dopo aver contato giorno per giorno i 15 gg dalla forse ipotetica infezion , mi sono comparsi sintomi che sono durati circa 3-4 gg come linfonodi del collo ingrossati, un mal di testa,(premetto che per gli interi 15 giorni muovevo il collo per cercare qualche sintomo, e scuotevo anche la testa per verificare se avevo il mal di testa) e anche una stanchezza fisica, quest ultima durata 7-10 gg e forse ancora la ho ma non so se dipende dall infezione o dal mio ossesionato pensiero,comunque ho subito associato questi sintomi all infezione. Adesso trascorso circa un mese dal rapporto e dai miei pensieri, circa 4 gg fa ho avuto una piccola tosse durata 2 gg, ed adesso anche un prurito generale, mi sto fissando ogni giorno allo specchio per vedere se sono dimagrito e forse lo sono. Circa una settimana fa ho chiamato quella ragazza per sapere qualcosa su di lei e lei mi ha detto che ha avuto la clamidia pero era guarita.Comunque ora come ora il 70-80 % dei mie pensieri gironalieri è concentrato sull hiv passo una parte del tempo su internet alla ricerca di siti che parlano di hiv. Le mie domande sono queste:

Questi sintomi sono ascrivibili all hiv?

Devo aspettare tre mesi prima di fare il test?

Pensate che l abbia contratta leggendo la mia descrizione?

Per favore aiutatemi.

Vi ringrazio in anticipo per la futura risposta.
[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente la diagnosi di HIV non è mai sintomatologioca, le sconsiglio vivamente l'autodiagnosi. Esegua il test a 100 giorni.
[#2] dopo  
Utente 387XXX

Iscritto dal 2007
Salve dottore, dopo 2 mesi e 17 gg vi riscrivo perche accuso altri sintomi. Dopo circa un mese che nn avevo piu prurito, questo si è ripresentato e allora ho deciso di andare dal medico il quale mi ha prescritto alcune analisi del sangue per trovare la causa (eccetto quello delle mts) , dato che nn avevo nessuna eruzione cutanea, 2 gg fa ho fatto il test e sono ancora in attesa della risposta. Il fatto è che adesso mi sono comparsi a distanza di di 2 e 17 gg dei linfonodi sulla parte dx del collo con questo mi rimangio quello che ho detto in precedenza sui linfonodi,perche non facevano cosi male e non erano cosi evidenti forse era un torcicollo, comunque adesso sono precisamente sotto l orecchio e sul collo i quali posso sentirli quando giro la testa,ho anche una piccola bollicina sul lato della lingua che fa male.

Quello che vorrei chiederle i sintomi retrovirali acuti si hanno tutti nello stesso momento oppure nel corso dei 3 mesi? Vale a dire posso avere la febbre il primo mese a l 3 mese eruzioni cutanee?
Posso esserci altre malattie o infezioni che riguardano questi sintomi?Se si me le puo elencare?
Il motivo di questi linfonodi potrebbe essere correlato al fatto della riproduzione degli anticorpi hiv?

Grazie per la futura risposta.


[#3] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente le ribadisco che la diagnosi non è sintomatologica e deve attendere il test. I sintomi da sieroconversione sono acuti e non si distribuiscono nel tempo.
[#4] dopo  
Utente 387XXX

Iscritto dal 2007
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta, volevo dirle che questa mattina ho ritirato le analisi del sangue (no hiv) e sono tutte nella norma apparte una carenza di potassio che è del valore di 3,4 (3,5-5,2 mEq/l).

Lei che cosa mi consiglia?
Dovrei fare altri test piu specifici?
Questa carenza potrebbe essere dovuta all hiv?

Grazie mille, per il suo tempo.
[#5] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente non vi è alcuna correlazione tra potassiemia ed HIV. Il suo potassio è praticamente normale, e con la sudorazione nel giocane si abbassa, assuma integratori a base di potassio e magnesio, si ricordi che possano dare un pò di diarrea. Anche la birra e le banane sono ricche di potassio.