Utente 711XXX
Riscrivo a distanza di 1 anno sempre per il problema della proteinuria persistente come gia scritto negli altri mess precedenti.
Agli esami di questi ultimi giorni è risultata una proteinuria delle 24h di 0,23 g/die.
Gli esami urine del campione estemporaneo mattutino sono nella norma e precisamente
ALBUMINA 0,0 mg/dl - EMOGLOBINA 0,03 mg/dl - GLUCOSIO 0,0 mg/dl -
Nella citofluorimetria urinaria si evidenziano:
6 /ul leucociti
14 / ul eritrociti
1 /ul cellule di sfaldamento
2 / ul batteri
Per quanto riguarda la chimica urinaria ho:
ALBUMINURIA 5,2 MG/DL
ACR 74,29 MG/G creatinina
Per altri esami di sangue:
emocromo nella norma
transaminasi nell anorma
clearance creatinina 145 ml/min
creatinemia 0,80 mg/dl - creatinemia microMol/L 70,70
GFR 106 ML/MIN/1,73 M2
uricemia 4,7
glicemia 96
trigligeridi 108
colesterolo HDL 53
colesterolo TOT 200
La posizione del nefrologo è attendista nel senso che lui ritiene, alla luce di questi esami che sostanzialmente nel corso degli ultimi 5 anni sono sempre attorno a quei valori (sopratutto proteinuria), che un lieve problema ai reni ci sia ma nelle fasi iniziali che vengono evidenziati solo nelle urine e non negli esami di sangue, e che quindi l'unica cosa è tenere sotto controllo con gli esami e non ritiene necessaria una biopsia renale con questi valori.
Anche io adesso riesco a convivere meglio con questo piccolo problema e non mi preoccupo più come prima di queti valori, fin quanto rimangono costanti, pero alcune volte vedendo i valori ACR e GFR e leggendo qualcosa su internet i dubbi e paure mi vengono. Sto facendo la cosa giusta? E' questo l'approccio giusto al problema? Ci sono altri esami da fare per capire l'origine e la causa della proteinuria?
Inoltre spesso leggo che la microalbuminuria è precursore di future malattie cardiache quindi mi chiedo se devo stare sotto controllo anche da un punto di vista cardiaco.
Fin'ora problemi cardiaci non ne ho avuti. La pressione è nei limiti (110 / 75) la frequenza oscillafra 52 e 60 /min. Ho fatto un ECG da sforzo ed è tutto nella norma.
Devo continuare al far ei controlli ogni anno?
In parole povere posso stare tranquillo? Posso condurre una vita regolare? Devo fare attenzione a particolari comportamenti per salvaguardare meglio i reni? Posso fare qualcosa ora per ritardare l'insorgere di una possibile patologia renale?
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Remo Luciani
28% attività
8% attualità
16% socialità
BENEVENTO (BN)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Egregio Utente,
Concordo con la posizione del vostro nefrologo: la proteinuria e la microematuria sono la spia di un problema nefrologico misconosciuto ( glomerulonefrite postinfettiva o a depositi mesangiali di Iga in eta' pediatrica? ). La biopsia renale garantirebbe una diagnosi di certezza. I valori di proteinuria sempre al di sotto dei 500 mg nelle 24 ore fanno cmq ben sperare. Un quesito: siete stato fatto idoneo alla visita miltare?questo sarebbe importante per temporizzare il problema renale e datario meglio. Allo stato quindi monitorerei la situazione (molto poco evolutiva) ed al primo cenno di aumento proteinuria o ematuria eseguirei biopsia renale. Sarebbe opportuno se nOn fatto in precedenza eseguire un' ecografia renovescicale specificando dimensioni reneve dietro parenchima.sullo stile di vita controllate la pressione e la glicemia : già questo vi aiuterà molto per ridurre rischio cardiovascolare,nel caso possono essere farmaci antiproteinurici (ace inibitori /sartanici)
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 711XXX

Iscritto dal 2008
Si, sono stato idoneo al militare (1990) ma per l'inizio della proteinuria questa la posso collocare all'incirca nel 2006, in quanto faccio sempre gli esami di routine al lavoro e da allora il problema comparve con albumina ed emazie nelle urine, prima comparivano solo rare emazie in modo saltuario ma mai albumina.
Da allora ho cominciato a tenere sotto controllo le urine e la proteinuria.
e quest'ultima è oramai costante negli anni ed oscilla da 0,18 g/die fino ad un picco nel 2011 a 0,60 g/die.
In quest'ultimo anno è scomparsa l'albumina nel campione estemporaneo la mattina.
In passato ho fatto ecografie reno-vescicali e sono nell anorma;
urografia con mdc nella norma
ecografia dei vasi aortici renali nella norma
esami di sangue delle immunoglobuline e catene k e Lambda nella norma
esami di sangue della funzionalita renale (ogni 6 mesi) nella norma
Praticamente la sola evidenza è la proteinuria e le emazie nel campione della mattina.
Per quanto riguarda la pressione è tendenzialmente bassa (110 - 75)
faccio attivita sportiva amatoriale (mountain bike e pesi leggeri)
In famiglia non ci sono casi simili, ne di diabete e ne di ipertensione.
A me la situazione attuale non mi preoccupa più, ho imparato a conviverci, mi preoccupa una evoluzione negativa ecco perchè sarei interessato a tutto quello che potrebbe ritardarla o identificarla quanto prima.
Grazie comunque per la risposta, attendo il rientro dalle ferie del mio nefrologo e vedo cosa mi dira di fare (credo niente in quanto la situazione è invariata rispetto a sei mesi fa tranne ACR da 93 a 90, ma è cambiato il laboratorio di analisi)