Utente 268XXX
Gentile dottore, nel 1997 durante un intervento di appendicectomia in laparoscopia mi venivano lesionate sia l'arteria aorta che la vena cava. L'intervento venne immediatamente convertito in uno di chirurgia vascolare d'urgenza e grazie alla prontezza dei medici mi vennero "suturati" i due vasi (perdoni l'eventuale inesattezza dei termini). A suo tempo rimasi sotto monitoraggio e controllo per diversi mesi, ma una volta constatata la guarigione non ho mai più effettuato controlli o esami. Mi chiedevo se, a distanza di quasi quindici anni, fosse necessario effettuare qualche eventuale esame di controllo. Non fumo e non bevo, ho corporatura normale e non credo di presentare fattori di rischio, a parte una familiarità con patologie a carico del cuore e arterie. La ringrazio e cordialmente la saluto.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Ugo Bertoldo
24% attività
0% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Buongiorno,

la lesione vascolare che è stata riparata ormai 15 anni fa, verosimilmente non richiede controlli , se chi l' ha operata non ne ha fatto espressa richiesta.
Se mi può far avere la descrizione dell'intervento vascolare, potrò essere più preciso.


Cordialità


Ugo Bertoldo
[#2] dopo  
Utente 268XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dottore, la ringrazio per la velocità della sua risposta. Cercherò di recuperare la cartella clinica così da fornirle i dettagli. In ogni caso la ringrazio in anticipo per ogni ulteriore consulto vorrà darmi.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Prof. Ugo Bertoldo
24% attività
0% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
Molto bene, in particolare sarebbe importante ci facesse avere una copia dell' atto chirurgico, cioè la descrizione del tipo di lesione vascolare e la tecnica di riparazione.



Buona serata
[#4] dopo  
Utente 268XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dottor Bertoldo, le riporto la parte di descrizione dell'intervento che riguarda la chirurgia vascolare:
"[...] Immediata laparotomia mediana sovraombelico-pubica. Presenza di ematoma retro peritoniale voluminoso e rifornito. Distacco del cieco e colon ascendente con esposizione del retroperitoneo. Lesione arteriosa iliaca destra. Isolamento aorta addominale. Isolamento aorta iliaca dx e sx. clampaggio aorto-iliaco bilaterale. Sutura della lesione vascolare di 2 mm. Declampaggio consente di valutare la buona tenuta della sutura. Isolamento della v. iliaca sinistra dove è presente sanguinamento da lesione di circa 2 mm. Isolamento cavale a monte e iliaco a valle. Sutura della lesione e controllo dell’emostasi e del calibro venoso iliaco che risulta regolare [...]"
Mi auguro che possa esserle utile per effettuare la sua valutazione.
La ringrazio cordialmente.
[#5] dopo  
Prof. Ugo Bertoldo
24% attività
0% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
Innanzitutto sappia dire che l'intervento vascolare che ha subìto è stato di una certa difficoltà, viste le lesioni vascolari che sono state riparate, in particolare la lesione venosa.
In questi casi sarebbe sufficiente una visita di un chirurgo vascolare, che potrà valutare se procedere ad una valutazione strumentale, ad esempio un ecodoppler.


Un cordiale saluto.

Ugo Bertoldo
[#6] dopo  
Utente 268XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio infinitamente, Dottore. Seguirò il suo consiglio.
Cordiali saluti e ancora grazie.