Utente 222XXX
Salve!

Oggi mia madre ha messo qualche foglia di menta nelle melanzane. Io sono allergica al kiwi; l'ho scoperto quando ero bambina, non avevo quasi mai mangiato kiwi e quando l'allergia si manifestò ne avevo mangiati il giorno prima ma non accadde nulla; ne mangiai un altro o altri due la sera seguente e mi si gonfiò molto il labbro inferiore, con una sensazione molto sgradevole alla gola; avendo il raffreddore ed essendo piccola non pensai si trattasse di allergia, ma di qualcosa associato al raffreddore. Qualche anno dopo lo capii, poiché mi accadde lo stesso, anche se di meno, perché la quantità di kiwi era minore. Tuttavia quando ho bevuto dei succhi di frutta tra i cui frutti c'era il kiwi non mi è accaduto nulla.

Per quanto riguarda la menta utilizzo i dentifrici che la contengono, che non mi hanno mai dato fastidi, ed ho bevuto granite alla menta senza problemi.

Forse per l'ansia e la paura di uno shok anafilattico ho avuto dei fortissimi conati di vomito. Tuttavia ho paura che possa essersi trattato della menta, per lo stesso discorso del kiwi; non ne ho mai mangiata (non che io ricordi, sotto forma di vere e proprie foglie).

Quante probabilità ho di essere allergica alla menta e di avere uno shock anafilattico nelle prossime ore?

Pregandovi di rispondermi porgo cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
dalle informazioni che fornisce è possibile escludere la possibilità di un'allergia alla menta.
Per quanto riguarda il kiwi, se non ha mai fatto accertamenti (non ne menziona) sarebbe invece il caso di procedere.
«Forse per l'ansia e la paura di uno sho[c]k anafilattico ho avuto dei fortissimi conati di vomito»: all'eventuale ripresentarsi di episodi analoghi dovrà necessariamente affrontare anche questo discorso con il Suo medico curante.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 222XXX

Iscritto dal 2011
Grazie della gentile risposta!

Intende che devo fare delle prove allergiche?

E per il fatto dei conati di vomito forse avuti per l'ansia e la paura intende che devo parlare dell'ansia al mio medico curante?

Cordiali saluti.
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
«Intende che devo fare delle prove allergiche?»
Una visita allergologica e le relative prove.

«devo parlare dell'ansia al mio medico curante?»
Se questa comincia a diventare patologica, cioè ad incidere negativamente sulla qualità di vita, sì.

Saluti,
[#4] dopo  
Utente 222XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille della gentilezza e disponibilità con le quali mi ha risposto!