Utente 265XXX
Salve, sono una ragazza di 20 anni,
premetto che soffro d'asma. Da circa 3 mesi soffro di vertigini e affaticamento, ho notato per esempio che faccio le scale molto più lentamente della gente normale, 1 mese fa sono andata in montagna e dopo già 20 minuti di camminata avevo le palpitazioni e facevo fatica a respirare... In più ho bisogno spesso di dormire almeno 9-10 ore per notte. Ho fatto esami del sangue, visita neurologica, RM alla testa e al collo (risultato solo una lieve lordosi) e l'elettrocardiogramma da cui non è risultato nulla di anomalo... Il problema è che quando l'ho fatto ero leggermente nervosa, questo può aver influito sull'esame? L'altro ieri di mattina ho camminato per quasi 2 ore e mezza e mi sono anche innervosita e agitata per fatti miei e dopo un pò mi sono venute delle palpitazioni forti per 2 secondi e poi sono andate diminuendo ma sono rimaste per mezzoretta in forma lieve, insieme alle vertigini. Ieri sera di nuovo, mentre stavo tranquillamente mangiando. Il mio medico dice che tutto ciò potrebbe essere legato all'ansia e alla depressione, ma a me sembra strano sia solo questo. Ultimamente spesso ho anche un fastidio nella zona dello sterno, cioè mi sembra che i battiti rimbombino e vadano più lenti, non so come spiegare... E quando mi viene questa cosa faccio fatica a respirare. Poi ieri notte per 3 volte mi sono svegliata con dei formicolii alle braccia e sensazione di calore e gonfiore, stessa cosa è successa stamattina, potrebbe essere la circolazione? Tutto ciò potrebbe essere dovuta a una patologia al cuore? Dovrei fare magari un altro tipo di esame per sicurezza?
Vi ringrazio per la risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi mi sento di dar ragione al collega che pensa si tratti di manifestazioni ansiose. E' su questo versante,a mio giudizio, che deve approfondire la valutazione e non su quello cardiaco. Le consiglio pertanto di rivolgersi ad uno psichiatra o psicologo di fiducia che saprà come trattarla nel migliore dei modi.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 265XXX

Iscritto dal 2012
Salve,
la ringrazio per la risposta, anche secondo me è probabile che sia colpa dell'ansia... Però torno ad essere preoccupata perché da oggi ho un fastidio in mezzo al petto, come delle leggere vibrazioni interne che durano pochi secondi, poi smettono per qualche minuto e ricominciano... A volte quando sono più forti le sento anche alla schiena.. Ma sempre internamente. Sono davvero fastidiose e mi sembra di non averle mai avute prima... Cosa ne pensa?
E poi ho ancora un dubbio, ho letto che l'Elettrocardiogramma a volte non rivela anomalie perché le aritmie vanno e vengono... E' vero?
Scusi ma leggendo queste cose mi tornano i dubbi...
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
I sintomi che un paziente riferisce vanno contestualizzati nell'ambito clinico generale. Oltre al problema asmatico, non mi sembra che emergano altre malattie importanti e anche dal punto di vista cardiologico, se il collega che l'ha visitata ha escluso problemi con il cuore, non vedo perchè si debba dubitarne. E' possibile che un ECG risulti normale in maniera falsa se un problema non è presente nel momento in cui l'indagine viene eseguita, ma questo non esclude che lei non abbia nulla di importante (forse qualche banale extrasistole)...a 21 anni poi .....
Cerchi di rasserenarsi e veda se il tutto migliora...
Saluti