Utente 146XXX
Salve le scrivo per conto del mio ragazzo al quale non vorrei creare ulteriori problemi psicologici..Stiamo insieme da poco e nel momento i cui si fa l'amore il mio ragazzo ha un problema un erezione "capricciosa" che a volte..non arriva.L'ecccitazione da parte sua appare evidente,ma quando cerchiamo di andare oltre i preliminari non riesce ad avere un erezione e non riusciamo a procedere con il rapporto. Io cerco delicatamente di non fargli notar nulla,ma è evidente la sua frustrazione personale,vorrrei aiutarlo a chiedere il consiglio al giusto specialista prima di stressarlo fcendo diverse visite mediche ed esami.Vorrei capire se secondo lei è un prpblema di tipo fisico o psicologico.Vorrei aggiungere una cosa...a volte durante la giornata e soprattutto di mattina ha erezioni involontarie e solo in quel momento riusciamo ad avere rapporti.La ringrazio per il consiglio che vorrà gentilmente darmi.Dimenticavo...nella sua famiglia sono presenti diabetici..soffre spesso di attacchi di ernia lombare e ha 35 anni.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.ma utente
vista la giovane età e la sua storia clinica è probabile che si tratti di problemi psicologici ma tuttavia meriterebbe un inquadramento specialistico anche in relazione all'anamnesi familiare che ci ha illustrato.
Eventualmente ne parli anche al suo medico di base e se servisse ci faccia sapere.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio quindi dovrei indirizzarlo eventualmente prima dal medico di base e poi da uno psicologo.Nel frattempo proverò a creare situazioni di tranquillità,credo sia necessario. Ovviamente parte della sua storia clinica strettamente personale non la conosco..cmq le "cose" a livello fisico,viste le erezioni mattutine,possono essere un segnale che le cose si svolgono correttamente nel senso,secondo lei non si tratta probabilmente di un disturbo muscolare,un disturbo del flusso sanguigno?Grazie ancora dei preziosi consigli.Cordiali saluti e buon lavoro.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

visto il problema presentato dal suo ragazzo, come penso lei ha il suo ginecologo di riferimento, la cosa più saggia da fare ora è sentire in prima battuta l'andrologo di fiducia del suo ragazzo, se presente.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html .

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
il medico di base "dovrebbe" conoscere meglio il suo ragazzo e quindi dopo aver valutato di cosa si tratta, potrebbe dargli le migliori indicazioni.

Cordialità
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Fatto il tutto, se riesce a convincere il suo ragazzo ad una attenta valutazione medica poi ci aggiorni, se lo ritiene utile.

Ancora cordiali saluti.