Utente 269XXX
salve, ho 60 anni e da 5 mesi mi è stata diagnosticata una cataratta bilaterale nucleare. Sono miope (-4), astigmatico e presbite (leggo e uso il computer togliendo gli occhiali da miope) Mi è stato proposto l'intervento. Ho letto che esistono cristallini artificiali monofocali, multifocali, torici, ecc. e che le lenti monofocali del costo di 120 euro sono pagate dal SSN mentre le altre lenti,dal costo variabile da 500 euro a 620 euro, non sono rimborsate dal SSN e sono interamente a carico del paziente. Io vorrei evitare l'utilizzo di occhiali dopo l'intervento di cataratta e quindi chiedo con la presente che tipo di cristallino è possibile utilizzare nel mio caso e se effettivamente il costo delle lenti non monofocali sono a carico del paziente (immagino che il costo dell'intervento non sia in qualsiasi caso a carico del paziente....). ringrazio e porgo cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Diego Micochero
32% attività
4% attualità
20% socialità
CORTINA D'AMPEZZO (BL)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2006
Effettivamente le lenti multifocali sono un ulteriore passo avanti nella terapia della cataratta.
Non dimentichiamo però che la terapia è sempre mirata al singolo soggetto, quindi non va mai generalizzata.
Con questo voglio dire che la possibilità di inserire una lente intraoculare multifocale è a tutt'oggi una realtà, ma che prima di prendere decisioni è bene consultarsi direttamente con il chirurgo che effettuerà l'intervento, il quale avendola visitata e conoscendo bene il suo caso potrà consigliarla nel migliore dei modi.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
Ringrazio il Dott. Diego Micochero per l'esauriente risposta al mio quesito. Cordiali saluti.