Utente 217XXX
Salve,
sono un giovane di 25 anni, 1,70 di altezza e 70 kg di peso. Vi scrivo per venire a capo ad una situazione che mi da preoccupazioni da un paio d' anni... Due anni fa per l'appunto durante una sessione di running abbastanza dura avverto un dolore retrosternale, pungente, forte ma non troppo, esacerbato con la dilatazione del torace e con l' aumento dell' attività cardiaca. Spaventato dal sintomo mi reco al PS dove eseguono l' ECG di rutin e mi mandano a casa con il solito "non hai nulla". Se non fosse che il giorno dopo e l' altro ancora questo dolore si ripresenta, se,pre con le stesse caratteristiche, pungente, difficile da localizzare, accompagnato a nausa, capogiri, sensazione di dover vomitare e dispnea... A questo punto pretendo dal mio medico curante (che nel frattempo aveva archiviato tutto come dolore muscolare) esami approfonditi. Così eseguo un elettro color doppler che evidenzia un live rigurgito tricuspidalico e tutto il resto assolutamente nella norma. Inoltre effettuo un ECG sotto sforzo a dire del medico perfetto e si complimenta addirittura per le mie capacità fisiche... Ora a due anni di distanza continuo ad avere questo dolore, sempre e solo durante l' attività fisica intensa, appena rallento il passo scompare... Devo dire che si presenta maggiormente quando riprendo gli allenamenti dopo periodi di pausa. Ora: il medico curante ha spiegato il mio dolore con il rigurgito alla tricuspide (???). È possibile che sia questo? Alla luce dei miei sintomi crede che dopo 2 anni debba ripetere gli esami? La ringrazio per l' attenzione! Buon lavoro!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Il fastidio a livello toracico si accompagna a senso di affanno e difficolta' respiratorie ?
[#2] dopo  
Utente 217XXX

Iscritto dal 2011
Salve dottore,
grazie per la risposta immediata. In passato non era accompagnato a difficoltà respiratorie, ma recentemente si. Tenga presente però che sono stato 8 mesi fermo per una brutta sciatalgia e ora nn riesco a capire se la dispnea sia dovuta a questa mancanza di allenamento o in qualche modo correlata al dolore toracico...
[#3] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
ha mai preso in considerazione l'ipotesi di un'ernia iatale ?
[#4] dopo  
Utente 217XXX

Iscritto dal 2011
Sicuramente si, questo anche in luce al fatto che questi episodi si accentuano di più quando bevo caffè prima dell' allenamento. In più non sono nuovo a fenomeni di reflusso gastroesofageo la mattina appena sveglio. Quindi secondo lei dovrei indagare in tale direzione? Dopo due anni secondo lei se fosse stato un fenomeno cardiaco avrei dovuto avere avvisaglie maggiori? La ringrazio per le sue risposte.
[#5] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
e si...le consiglio una gastroscopia
[#6] dopo  
Utente 217XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio! Proverò ad indagare in questa direzione. La ringrazio e le auguro buon lavoro.