Utente 632XXX
Mi è stata diagnosticata dopo test la Sindrome di Brugada tipo 1, mi è stato consegnato elenco di farmaci da evitare. In passato mi era stata diagnosticata una DE e prescritto Levitra mg 20.
Nell'elenco dei farmaci che mi è stato consegnato per la Sindrome di Brugada non riporta il farmaco levitra.
Ci sono controindicazioni all'assunzione.
Con l'occasione distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente.
Non ci sono studi sufficienti a trovare correlazioni tra insorgenza di aritmie anche pericolose, nei pazienti con Sdr. di Brugada e utilizzo di Vardenafil (principio attivo del Levitra).
Tuttavia tale farmaco ha dimostrato in taluni casi la possibilità di allungare l'intervallo ECGrafico QT che puo' essere causa di aritmie minacciose, indipendentemente dalla presenza della sidrome di Brugada.
Ripeto certezze non ci sono, ma con l'assunzione del farmaco per la DE lei avrebbe due possibili fattori scatenanti aritmie e pertanto, ma ripeto che non ci sono evidenze scientifiche, io Le sconsiglierei l'assunzione di tale farmaco.
A disposizione per ulteriori consulti
[#2] dopo  
Utente 632XXX

Iscritto dal 2008
Egregio Dott Tidu M.D.

La ringrazio del Suo consiglio.
Ma come potrei risolvere il problema della DE, ci sono altri farmaci o metodi che possono aiutarmi e risolvere in modo soddisfacente.

Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
Non esistono, per alcun farmacolo utile nella la DE organica, studi che dimostrino la completa sicurezza per la comparsa di aritmie in pazienti già predisposti a tali evenienze come qelli affetti da Sdr. di Brugada.
Dalle monografie dei farmaci, quello relativamente piu' sicuro parrebbe il Sildenafil, ma non mi sentirei comunque tranquillo se lo somministrassi ad un mio paziente e pertanto lo sconsiglierei.
Potrebbe essere utile indagare la DE per valutare la presenza della sola disfunzione organica, ricercando anche una causa psicologica che potrebbe essere rimossa senza farmaci potenzialmente pericolosi.
Mi spiace non poter essere di ulteiore aiuto, ma non mi sento di consigliare nulla in assenza di prove certe. Troppo alto il rischio.
A disposizione per ulteriori consulti
[#4] dopo  
Dr. Stefano Garbolino
36% attività
4% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

aggiungo che sarebbero utili alcuni altri dati.

Per esempio:

1) da chi è stata posta la diagnosi di DE è stata posta? Quando?

2) quale indagine è stata fatta per porre diagnosi?

3) ha mai fatto precedenti terapie (per esempio altri farmaci per il DE anche con iniezioni a livello dei corpi cavernosi del pene)?

4) è stata valutata la componente psichica con interventi in tal senso?
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre a tutte le corrette indicazioni ricevute dai colleghi che già mi hanno preceduto, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche andrologiche, e cioè come si fa una diagnosi, quali terapie eventualmente impostare ed i problemi relativi, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati ,sempre sul nostro sito, e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html .

Detto questo poi confermo che il farmaco prescritto non è "ufficialmente" segnalato come controindicato in presenza di una sindrome di Brugada.

Comunque poi rimangono sempre da tener presenti e da considerare tutte le prudenze suggerite dal collega Tidu.

Un cordiale saluto.