Utente 269XXX
Gentili Dottori,

Scrivo a nome di mia mamma, la quale da tempo soffre di diversi disturbi , e nonostante le innumerevoli visite che abbiamo fatto ( tutte le visite cardiologiche , + ecodopler) non siamo ancora riusciti a risolvere la situazione, che persiste tuttora.

I sintomi principali sono:

inorpidimento degli arti superiori e della gamba sinistra , con formicolii, persistenti tutto il giorno con aggravamento durante la notte, mancanza di fiato, debolezza accompagnata da aritmia sempre piu frequenti durante la notte, sudorazione eccessiva, e sembrera' buffo a dirsi ma mia mamma insiste che lo scriva, la punta del naso bianca.

Attualmente assume, PANTORC per un ernia iatale, NEBILOX , TENORMIN 100mg per la tensione, MICARDIS sempre per la tensione, CARDIOASPIRINA, PROVISACOR per il colesterolo.

Mia mamma purtroppo soffre di varie patologie piu' o meno invadenti,
Emicrania, ipertensione arteriosa , ernia iatale, ha avuto calcoli alla cistifellea, colesterolo alto, ha tolto n. 2 polpi intestinali.

In ogni visita che abbiamo fatto i dottori oltre a consigliare tutti dei calmanti che concigliano il sonno ci hanno riferito che il problema potrebbe essere legato alla microcircolazione, pero' non ci è mai stato consigliato una visita specifica che porti a una cura definitiva. Ultimamente da quando si trova in menopausa tutti i sintomi si sonno aggravati.

Restiamo in attesa di una vostra risposta.
e Vi ringraziamo anticipatamente .

Grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente.
Se le visite cardiologiche e gli accertamenti eseguiti non hanno evidenziato nulla, starei abbastanza tranquillo.
Se si trattasse come prospettato un problema di microcircolazione, potrebbe essere utile valutare una variazione della terapia medica (per fare questo pero' occorre sempre recasi dal proprio medico di fiducia), perchè due dei farmaci che sua madre prende per la pressione (il nebivololo, ma soprattutto l'atenololo, che comunque difficilmente vengono dati in assocoazione come in sua madre) potrebbero peggiorare la microcircolazione.
A disposizione per ulteriori consigli
[#2] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille Dottore, Provederemo a contattare il dottore di fiducia il piu presto possibile, comunque mi conferma l'incopatibilita' nell'assumere i due farmaci contemporaneamente? grazie ancora .
[#3] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
gentile utente.
Non sono incompatibili, ma confermo sia anomala labloro contemporanea associazione.
Saluti