Utente 237XXX
Ho 47a,a giugno ho avuto TIA,eseguita RMN che lo conferma,ora ho eseguito ecodoppler,ecocardiografia transtoracica da quale risulta presenza di aneurisma del setto interatriale con shunt dx-sx di ampia entita,minimo rigurgito mitralico,insufficienza tricuspidale di grado lieve,mia domanda è da quale cardiochirugo posso andare per il consulto che cosa devo fare,in quale ospedale fanno eventualmente interventi a Milano?In cura sono con aspirinetta 100mg da circa 3settimane.....

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non è detto che lei debba necessariamente rivolgersi a un cardiochirurgo. Dipende dal tipo di intervento da fare. Spesso è possibile applicare il cosideetto "ombrellino" che è una procedura che viene eseguita attraverso le vene e senza tagli. Questa è di competenza degli emodinamisti. Solo se questo tipo di terapia non può essere applicata nel suo caso (e questo può stabilirlo uno specialista del settore) si dovrà eseguire l'intervento a cuore aperto applicando un "patch" di chiusura sul setto interatriale responsabile della comunicazione anomala. A Milano ci sono tanti centri validi ai quali si può rivolgere (dal San Raffaele al Monzino etc).Non ha che l'imbarazzo della scelta.
Cordiali saluti e in bocca al lupo