Utente 269XXX
Salve a tutti, ho 31 anni e soffro da sempre di eiaculazione precoce, che mi ha causato sempre rapporti brevi e problemi vari con l'altro sesso.Da circa un anno ho preso atto di questo problema e mi sono rivolto a specialisti, che mi hanno prescritto vari esami tutti però risultati negativi. Ho provato dunque il "Priligy" e devo dire che ha funzionato abbastanza bene, salvo però il costo troppo alto per sole 3 pasticche, cosi dopo una scatola di prova l'ho abbandonato, cercando una via risolutiva definitiva. Mi sono rivolto ad un altro specialista, che mi ha prescritto una ecografia prostatica dove è parsa una leggera infiammazione, per la quale il medico mi ha prescritto ''ID-Prost'' per 3 mesi. Il guaio è che ad oggi sul finire del terzo mese, non solo non ho notato miglioramenti, ma sembra addirittura peggio di prima, con l'aggravante che adesso ''le seconde erezioni'' sono più deboli e questo ovviamente è un problema. Vorrei dunque interrompere l'uso di ID-Prost, per tornare ''a testa bassa'' verso Priligy, che però ha sempre il solito problema del ''costo elevato'' per appena 3 pasticche. Sono parecchio frustrato, la mia parte l'ho anche fatta nel muovermi verso specialisti, ma noto che non riesco a risolvere il problema che continua ad affliggermi e a rendere la mia vita sessuale problematica. Mi domando se è possibile che ad oggi nel 2012, con gli enormi passi scientifici che sono stati fatti, non si riesca ancora a trovare una soluzione EFFICACE a questo problema cosi comune?! Cosa devo fare ancora? A chi posso rivolgermi? Ho bisogno di un aiuto concreto, sono stanco di spendere soldi e tempo inutilmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
anzitutto è da chiarire se il suo problema sia psicogeno od organico. Peraltro il fatto che la dapoxetina funzuioni indica che il problema è psicogeno. personalmente in assenza di dolenzia prostatica diretta ho qualche problema a credere ad un referto di ecografia prostatica transrettale: esame troppo sensibile. Sarebbe come se lei usasse la lente di ingrandimento per vedere la vernice della sua auto: graffietti ne trova. Detto questo qualora il problema fosse realmente psicogeno, viuene ben utile e risolutoria la psicoterapia.
[#2] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
Ma questo ID-Prost è stata una scelta giusta, o non serve a niente? (come credo?) e sono stati soldi spesi inultimente? Come mai mi sembra addirittura peggio di prima di usarlo? Non capisco...
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Non ci credo molto a quel farmaco, e la sua esperienza lo conferma, ma forse l' esperienza del curante è diversa. Affronti il problema nei termini che le ho suggerito.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega Cavallini, che mi ha preceduto, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questa frequente disfunzione sessuale, le consiglio di consultare anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/194-rapporto-finisce-eiaculazione-precoce.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1253-news-pianeta-eiaculazione-precoce.html .

Un cordiale saluto.
[#5] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
Non me ne vogliate, ma onestamente sono stanco di leggere e rileggere teorie o testi che alla fine non sono altro che ''parole''. Nel mio caso ho speso 120 euro per l'ecografia prostatica, e circa 140 per la cura ID-Prost che si è rivelata del tutto inutile. Ad oggi si parla e si parla, ma la verità è che una soluzione al problema non esiste ancora, o se esiste è comunque molto costosa (37 euro il Priligy per 3 pillole, TRE). A questo punto cosa possiamo fare noi giovani con questo disturbo, se non disperarci e cominciare a rassegnarci, visto che non possiamo spendere 40 euro per ogni ''3 rapporti'', non è semplicemente possibile (naturalmente chi ha stabilito il prezzo è stato molto furbo, giocando sulla delicatezza del problema, a mettere un prezzo del genere). Di siti ne ho letti, non faccio altro che leggere da mesi a riguardo, analisi li ho fatti, tempo e soldi ne ho spesi, ma NIENTE. L'unica via un pelino più efficace è il Priligy, ma trovo assurdo che nel 2012 per risolvere un problema del genere (che in teoria dovrebbe essere un problema ''minore'') si debba ricorrere ad un farmaco costosissimo (e pure al bisogno, facendo diventare quindi il sesso come una cosa meccanica), e che non ci sia una cura efficace che lo risolve definitivamente.
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Veramente esistono farmaci come il priligi che costano qualche decina di centesimo la pasticca. Di qua non possiamo dirlo ma il collega lo sa.
[#7] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
Quali farmaci ? Io so che ad oggi l'unico veramente funzionante è il Priligy. Quasi sarebbero gli altri farmaci? A quale collega si riferisce?
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

si legga o si rilegga l'articolo già indicatole:

http://www.medicitalia.it/minforma/Andrologia/1253/News-dal-pianeta-eia .

Un cordiale saluto.
[#9] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno,
ho letto e riletto l'articolo ma non ho trovato traccia di medicinali alternativi da ''poche decine di centesimi a pasticca'', ma solo tanti nomi (Fenossibenzamina, l’Alfusozina, la Terazosina, Fenelzina oppure Clomipramina) per i quali sono stati però associati diversi effetti collaterali.... cosa fare dunque? a chi rivolgersi? brancolo ancora nel buio totale, e di medici ne sto sentendo. Tutto questo è incredibile e fortemente demotivamente, non riuscire a trovare una soluzione efficace
[#10] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore, spetta ad un bravo andrologo trovarla, e fare diagnosi precisa di natura del suo problema. Si può rivolgere al SSN che costas pochi euro di tichet.
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Segua le sagge parole del collega Cavallini e non si aspetti indicazioni terapeutiche mirate da nessun medico via internet, anche perchè i bravi medici non danno terapie in questa sede!

Ancora cordiali saluti.
[#12] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
Vi ringrazio per le vostre risposte, ma come ho già scritto nei precedenti messaggi, l'andrologo (più di uno) l'ho già visitato, ho speso soldi per provare delle cure (id-prost per 3 mesi, risultata inutile...... e provato Priligy 30 che funziona, ma costa TANTO per sole 3 pillole)

Insomma, l'impegno ce l'ho messo e continuo a mettercelo, ma qui si gira si perde tempo e denaro e il problema NON si risolve!

COME si può fare?
Mi avete parlato di pasticche da pochi euro, ma non volete farne i nomi. Per quale motivo ?!

Sapreste o potreste almeno consigliarmi uno specialista BRAVO in sede BARI (e provincia) che sia più indicato a questo genere di problematiche ? Almeno questo...

Grazie ancora : (
[#13] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
L' almeno questo se lo deve risparmiare, tanto per essere subito chiari, Inutile che si arrabbi ed ironizzi, di qua non si fa terapia, vietato da linee guida. La Clinica Urologica Universitaria di Bari è Ok.
[#14] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
Chiedo scusa se sono sembrato scortese, ma come penso avrete capito sono solo demotivato e rassegnato, perchè ho speso soldi e tempo e non ho risolto niente. Ad ogni modo sono andato da un andrologo ancora una volta e mi ha consigliato di provare come alternativa il Cialis da 5, per 1 mese, da assumere tutti i giorni. Per capire come reagisce il mio organismo a quest'altro tipo di medicinale... in alternativa al costosissimo ed improponibile Priligy.
[#15] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, ora segua la nuova indicazione terapeutica ricevuta, se presente anche qualche difficoltà a mantenere l'erezione, potrebbe essere la soluzione ottimale.

Un cordiale saluto.
[#16] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
Dunque il Cialis da 5 può servire anche al problema dell'eiaculazione precoce? (poichè problemi di erezione non ne ho)
[#17] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Funziona nel 50-60% dei casi.
[#18] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
Mi domando come può un farmaco che nasce come cura per le erezioni deboli, combattere l'eiaculazione precoce. Forse mi sfugge qualcosa riguardo questo Cialis?
Poi mi chiedo se prendere una pasticca al giorno per 15/30 giorni può causare disturbi o effetti collaterali importanti, visto non sarebbe una tantum ma appunto un uso costante (almeno per 1 mese)

[#19] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Gli effetti collaterali sono scarsi, meno dell' aspirina e per lo più dolori muscolari e cefalea. La fosfodiesterasi 5 è l' enzima su cui agisce il farmaco, tale enzima è convolto anche nello scatenamento della eiaculazione. Per cui come vede: due piccioni con una fava.
[#20] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

vedo che non ha letto l'articolo già indicatole, dove si parla anche degli inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5:

http://www.medicitalia.it/minforma/Andrologia/1253/News-dal-pianeta-eia .

Un cordiale saluto.
[#21] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
Salve,

l'articolo di cui parla l'ho letto eccome (ne ho letti a decine e decine per la verità).... mi ero anche segnato tutti quei nomi che ho trovato menzionati come alternative di cura... ma il mio andrologo mi ha detto esplicitamente che: non le ha mai prescritte, nè mai usate, che gli psicofarmaci non li prescrive mai (o cmq preferisce sempre evitarli), e che l'unico farmaco che poteva provare a farmi provare era uno in particolare (di cui non ricordo il nome), ma che però NON funge sul ritardo dell'eiaculazione, bensi sulla fuoriuscita dello sperma, internamente....... ma capisce bene che non è quello il mio problema, cioè dove va a finire lo sperma, ma IL TEMPO in cui eiaculo.

Mi ha ribadito che l'unico farmaco specifico è il Priligy, ma che purtroppo il suo costo è ancora troppo alto e lo sarà ancora per diverso tempo. In alternativa mi ha suggerito questa prova del Cialis come ho scritto prima...

Quindi il Cialis lo proverò, ma resta ancora ignoto questo farmaco da poche decine di centesimi a pasticca che avete menzionato prima.

AH dimenticavo, mi ha anche detto chiaramente che l'ecografia prostatica che ho fatto dopo aver consultato un altro urologo era del tutto INUTILE, poichè l'unico test utile al caso è stato quello fatto da lui stesso (sonda con gel sotto i testicoli, non ricordo il nome, più ovviamente analisi varie del sangue sperma urine, ecc), quindi in sostanza sia l'ecografia che l'id-prost 3 mesi sono stati soldi spesi inutilmente (120euro ecografia+120euro circa id-prost 3mesi)

.... circa 250 euro buttati al vento, e capite bene che per un ragazzo ancora disoccupato è una cosa doppiamente frustrante.
[#22] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

ci informa di molte cose ma alcune sono un pò confuse: ad esempio per il costo dei farmaci le ricordo che anche l'ultimo da lei citato non viene regalato nelle farmacie ed ha un suo costo tutto rispettabile, cioè non basso.

Ancora cordiali saluti
[#23] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
Salve, chiedo scusa ma questo suo ultimo intervento non l'ho proprio capito. Cosa vuol dire che l'ultimo da me citato non viene regalato nelle farmacie ? Il Cialis è costoso (circa 60 euro per 15 pasticche), ma sempre meglio del Priligy 40 euro 3 pasticche.... no ??

Sul farmaco che costa poche decine di centesimi a pasticca invece (menzionato dal suo collega) non si può sapere qual'è, quindi ho detto che rimane ignoto. Forse ci siamo capiti male...
[#24] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
caro lettore,

bisognerebbe capire se lei, effettivamente, ha una eiaculazione precoce che sopraggiunge entro i 2-3 minuti dalla penetraqzione oppure se le manca il "controllo" che è nei sogni di tutti i maschi.
la eiaculazione3 ricade sotto il controllo di un neurotrasmettitore, la serotonina
il Priligy, dapoxetina, agisce in quel modo. E' un farmaco con costi eccessivamente elevati ma esistono farmaci "cugini" che hanno modalità di assunzione e costi com0pletamente diversi
Dire che l'eiaculazione precoce si curi con ecografia prostatica e farmaci per la prostata è una illusione !
cari saluti
[#25] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno, purtropo non essendo un medico io non potevo sapere se fosse la via giusta o meno, ma ho dovuto provare a mie spese, e ho sbagliato. Se voi medici mi consigliate di andare da un andrologo, io ci vado e questo mi indica di fare x e y, io faccio x e y.

Continuo però a non capire per quale motivo continuate a fare menzione di farmaci cugini o alternativi che svolgono la stessa funzione, ma non fate i nomi. Non sarebbe certo una terapia la vostra, ma visto che ne fate cenno e visto che siete qui per (credo) consigliare e aiutare i pazienti, cioè fatene anche i nomi cosi noi poveri sfortunati possiamo avere il buonsenso di provarli. o faccio un ragionamento cosi sbagliato ??
[#26] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
dimenticavo: la mia eiaculazione precoce è ovviamente sotto i 2 minuti, sotto il minuto a dire il vero, quindi possiamo subito scartare la possibilità di ''una mia sega mentale'' o fissazione (come purtroppo molti fanno). Io sono alla ricerca di una soluzione per un problema importante, non aria fritta. Spesso (cioè sempre) la mia eiaculazione precoce avviene appena penetrato. Il problema è serio e fastidioso.
[#27] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Certo che lo menziono, lo sappiamo almeno qua, essendo dapoxetina (priligy) il farmaco meno venduto d' italia, visti i costi: 3 confezioni al mese in emilia-romagna. I nomi scientifci di quelli che costan poco sono tutti kmenzionati nell' articolo del dr. Berettqa, noi di qua non possiamo prescriverli. Ma se con la sua stampata va dal medico di base lic ocnosce eccome e vedrà che le sarà di aiuto.
[#28] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
Salve, come ho già detto e scritto sopra, sono già andato dall'andrologo con quei nomi indicati nell'articolo di cui parlate, e ripeto cosa ha detto, cioè che gli psicofarmaci non li prescrive e li sconsiglia, altri farmaci non sono secondo lui adatti poichè non testati a dovere in questo campo, e che l'unico è quello che permette l'orgasmo senza fuoriuscita di sperma (che avviene all'interno), ma questo al mio caso non serve a nulla. Infine come alternativa al priligy mi ha prescritto il Cialis da prova... a questo punto, visto anche voi avete parlato bene a riguardo, perchè provare il Cialis se non è menzionato nell'articolo di cui parlate ?
Fare dei nomi specifici NON vuol dire prescrivere niente, ma solo essere chiari su ciò di cui si sta parlando. E' naturale che andrei con un nome specifico dal dottore per sentire cosa mi dice, ma se non ho questo nome, di cosa vado a parlare ? di un articolo letto? la sua risposta sarà, come è infatti stata: tutti scrivono pile di articoli, ma i risultati dove sono ?
[#29] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed?term=premature%20ejaculation
Eccole una lista di circa 1000 articoli da leggere e buon divertimento.
Poi cosa le ho detto
1) Vada in ospedale (ergo senta un' altra campana e spende poco)
2) Vada da medico di base con lista farmacui (ergo senta un' altra campana)
3) Il prligy è uno psicofarmaco vero e proprio ma la sua modalità di somministrazione lo fa peculiare per eiaculaziomne precoce.
[#30] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
Onestamente non trovo molto corretto e gentile appioppare una lista di 100 articoli (in inglese tralaltro) e augurare buon divertimento... avrò forse inteso male io, ma su queste cose non vedo nulla per cui ''divertirsi''. Daccordo che non siete qui per prescrivere niente a nessuno (non mi pare di avervi chiesto prescrizioni, fino a prova contraria).... però mi aspettavo un po più di schiettezza e sincerità nonchè comprensione, da parte di chi (credo) sia un professionista serio ma sopratutto ''umano''. Fare un nome (come lo è stato fatto per il priligy, e non mi pare vi siate posti il problema in quel caso) non implica nulla, non equivale a prescrivere niente nè a sostituirsi a delle visite ''reali''. Semplicemente si parla di un problema, si fanno dei riferimenti, terminate questi riferimenti con i nomi. Di 100 articoli (in inglese poi) non me ne faccio niente, perchè dicono tutti le stesse cose che leggo e rileggo da anni ormai.

Comunque ho capito, dovrò continuare a cercare da solo la soluzione.

Grazie comunque per i vostri interventi.
[#31] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

la piccola provocazione, lanciata dal collega Cavallini, era per farle capire la reale complessità di questo particolare problema sessuale, anche a livello terapeutico.

Sui nomi poi che lei chiede le ricordo semplicemente che molti dei prodotti indicati nell'articolo da me scritto per il sito hanno diversi nomi commerciali e molti altri sono già ampiamente reperibili come generici, cioè noti con il nome del loro principio attivo, e quindi il medico, che eventualmente dovrebbe prescriverglieli, non deve far altro che riportare, ripeto se lo ritiene a lei utile, il nome del principio attivo che tutti i farmacisti, che lavorano sul nostro territorio nazionale, conoscono.

Non si offenda, non faccia il "lupo solitario" e chieda, senza drammatizzare, un consiglio in diretta ad un bravo ed esperto medico reale.

Ancora cordiali saluti.
[#32] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
Come ho già detto, ripeto:

sono andato dal medico reale, più di uno.
Parlano del priligy, e l'ultimo mi ha consigliato di ''provare'' in alternativa (per via del costo elevato) il Cialis.

nessuno di quei nomi menzionati nell'articolo hanno destato attenzione o menzione, dal medico reale.
[#33] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
A questo punto non so che dire, la sua asserzione "sono andato dal medico reale, più di uno.
Parlano del priligy, e l'ultimo mi ha consigliato di ''provare'' in alternativa (per via del costo elevato) il Cialis." la viviamo tutti giorni in ambulatorio e prescriviamo alterantaive assai meno costose e di eguale efficacia.
[#34] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
Ma questo l'avevo capito. Quello che non ho capito invece è quali sono i nomi di queste alternative. ce ne saranno 2 o 3 specifici, piuttosto che solo il nome del principio attivo ? Di modo che con questi nomi precisi io posso RI-andare dal medico e sentire cosa mi dici e ne pensa a riguardo
[#35] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

le ripeto io personalmente non consiglio mai di un farmaco alcun nome commerciale, soprattutto quando i diversi principi attivi hanno diversi nomi commerciali e per di più esistono in commercio i generici che hanno come nome il loro stesso principio attivo .

Se ha un medico che non sa cosa sono i farmaci generici è bene forse valutare ragionevoli alternative.

Cordiali saluti.
[#36] dopo  
 Staff Medicitalia.it
44% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
la invitiamo a non reiterare domande a cui i medici sono obbligati a NON rispondere: se leggerà le linee guida troverà che è loro vietato consigliare farmaci o indicare NOMI COMMERCIALI.

Se i medici che ha consultato non conoscono e non vogliono prescriverle i farmaci basati sui principi attivi citati in questo consulto, sicuramente non è una ragione valida per prendersela con chi le ha fatto presente che esistono farmaci basati su questi principi attivi.

Grazie per la collaborazione,
staff@medicitalia.it
[#37] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
Mi è stato indicato di provare un farmaco come prova, che si chiama ''DAPAROX", poichè costa molto meno del Cialis (non ancora prova)

e come altra alternativa, "ZOLOFT", anche questo meno costoso rispetto al Cialis. Sono però psicofarmaci, e ho provato a leggere in rete un po ovunque, vengono usati per persone con problemi psichici...

il dottore mi ha chiaramente detto che non esiste una via precisa e superiore alle altre, perchè ogni medicinale si comporta in maniera sempre diversa da persona a persona, quindi bisogna andare avanti a tentativi.

ora, sapreste darmi delle indicazioni riguardo i due farmaci sopra scritti ? possono causare problemi o effetti collaterali sull'umore o la psiche di una persona normalissima ? (come me)
uno dei due è più indicato o ha meno effetti collateriali ?

grazie
[#38] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

se seguito da esperto andrologo e ai dosaggi molto bassi, che di solito vengono usati in presenza di una eiaculazione precoce, non sono segnalati effetti collaterali significativi.

Si rilegga l'articolo:

http://www.medicitalia.it/minforma/Andrologia/1253/News-dal-pianeta-eia

e poi risenta in diretta sempre il suo andrologo di fiducia.

Cordiali saluti.