Utente 620XXX
Salve a tutti. Espongo subito il mio problema: Da qualche anno mi son accorto che con il passare del tempo sul mio capo i miei capelli son diventati sempre meno folti, questo suppongo quindi sia dovuto ad una precoce perdita di capelli. Premetto che ho solo 18 anni (tra poco 19) ed ho capelli abbastanza sottili e lisci, e di color castano. Vari mesi fa, dopo averne parlato con il medico di famiglia, decisi di recarmi da un dermatologo con la speranza di poter risolvere questo mio problema. Nonostante questo mi abbia spiegato in modo abbastanza gentile e qualificato la situazione, la risposta non mi fu molto d' aiuto. Innanzitutto mi diagnosticò (a vista, perchè non mi toccò neanche) l' "Alopecia Androgenetica", ed in effetti sia mio padre che mio nonno hanno sofferto di calvizie(sono entrambi stempiati)ma non hanno avuto problemi a quest età, bensì molto dopo. Da quanto mi disse, sono un ragazzo "maturo" di 18 anni..e non come molti altri che non hanno neanche la barba ancora. Mi spiegò quindi in poche parole che l' effetto degli ormoni maschili prodotti dal mio organismo provoca la "velocizzazione" della vita dei miei capelli, che quindi hanno un ricambio 6 volte più veloce (in termini di tempo) e muoiono prima. L' unica soluzione che mi ha proposto è il farmaco "Propecia" che dovrebbe agire, da quanto ho capito, a livello ormonale e che servirebbe a rallentare questo processo dei miei capelli. Ne ho parlato con i miei genitori,e mia madre in particolare, che lavora nel campo medico, non mi ha permesso assolutamente di acquistare questo farmaco..per le controindicazioni che potrebbe avere (impotenza) e a detta sua, problemi legati allo sviluppo e agli ormoni, che avrei avuto in futuro.
Mi son ritrovato quindi con un pugno di mosche in mano, o meglio, con i miei capelli in mano..che continuano a cadere.
Tutti , penso anche come luogo comune, mi sconsigliano vivamente prodotti molto pubblicizzati o cliniche (come Cesare Ragazzi) etc. Ma allo stesso tempo nessuno mi sa dare un aiuto in questo senso! Non so più come proseguire le mia ricerca , e le mie speranze si fanno sempre più basse..e con queste la mia autostima..considerando quanto dal punto di vista estetico un problema del genere possa esser importante a quest età. Spero di esser stato il più chiaro possibile.. Vi ringrazio anticipatamente per le risposte! Sono nelle vostre mani... Andrea

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile ragazzo,

nessuna disperazione, anzitutto: le alternative alla finasteride, esistono, ma è necessario impostare un corretto iter diagnostico, ovvero capire di cosa si sta parlando: se si Calvizie incipiente si tratta è necessario stadiarla accuratamente, preferibilmente con delle metodiche non invasive (anche digitali e microscopiche se necessario) in grado di seguire nel tempo ed accuratamente l'andamento ed i risultati delle terapie.

Le consiglio di leggere, se ha qualche minuto una mia recente intervista pubblicata anche sul nostro portale Medicitalia.it
all'indirizzo

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=20173

per avere qualche idea in più sul da farsi.

Cari saluti

[#2] dopo  
Utente 620XXX

Iscritto dal 2008
Grazie della dritta, ma in termini pratici che genere di visite dovrei fare? E sopratutto.. Esistono dei centri specializzati del genere nella mia citta' (Cagliari) ? Se si , quali sono ? Son disposto a far qualsiasi visita necessaria, purche' siano fatte da validi specialisti in materia.
Aspetto la vostra risposta

Distinti Saluti

Andrea