Utente 269XXX
Buongiorno,
siamo una giovane coppia, 21 lei e 27 anni lui e da qualche periodo a questa parte abbiamo grossi problemi durante il rapporto sessuale ( i nostri rapporti sono sempre stati senza preservativo, uso pillola ).
I nostri problemi sono iniziati a fine luglio e consistevano in difficoltà di erezione e mantenimento della stessa, ed eiaculazione. Inizialmente pensavamo che il problema fosse relativo alla partenza di lei per studio ( 5 mesi all’estero ) e anche il medico sosteneva che poteva essere causato da un fattore psicologico. Nonostante questo, durante questi due mesi sono stati fatti dei controlli a lui ( esami del sangue, urine, sperma, controllo prostata, ecografia ai reni ed apparato genitale ) e dall’ecografia è stata riscontrata un’infiammazione al testicolo sx ( curata con 5 gg di antibiotico ). Dopo la cura questo problema sembrava essere stato risolto, l’erezione e l’eiaculazione sembravano essersi sistemati ( Nb! solo masturbazione perché ricordiamo che questi due mesi siamo stati lontani e non abbiamo avuto rapporti ). La settimana scorsa ci siamo ritrovati e staremo insieme ancora per qualche giorno, ma già al primo rapporto si sono presentati nuovamente gli stessi sintomi. Per quanto riguarda lui: il pene perde erezione e si affloscia durante il rapporto, difficoltà di eiaculazione, bruciore dopo il rapporto sessuale quando fa pipì e sensazione di dolore nella zona inferiore dell’addome sopra il pene ( che comunque è andato diminuendo ma ancora lievemente persistente). Abbiamo inoltre notato che durante la masturbazione pre-rapporto fuoriesce dal pene del liquido trasparente e gelatinoso ( non troppo denso ). Per quanto riguarda lei invece, abbiamo riscontrato dolori durante la penetrazione, sensazione di gonfiore e bruciore della vagina a fine rapporto ( a fare pipì e dolore persistente anche nel sedersi ). Questi sintomi probabilmente sono stati sottovalutati da noi perché a pensarci bene si erano già presentati a fine luglio ma non ci abbiamo dato troppo peso.
Abbiamo provato anche con il preservativo e sembra funzioni un po’ meglio ma i sintomi sono rimasti gli stessi ( dolore e bruciore; non più sensazione di gonfiore per lei ).
Ora siamo in attesa di una visita ginecologica, nel frattempo chiediamo un parere sperando di ottenere un riscontro o consiglio utile per la risoluzione dei nostri problemi.
Ringraziamo vivamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

dal suo racconto sembra essere presente un'infiammazione-infezione che andrebbe indagata su entrambi i partner con esami culturali specifici per valutare quale terapia da adottare e nel frattempo utilizzare il profilattico negli eventuali rapporti sessuali. Questa situazione di disagio potrebbe aver generato ansia che si è tradotta con un calo erettivo, tuttavia la situazione sex andrà rivalutata dopo aver indagato l'aspetto infiammatorio.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
Ringraziamo vivamente per l'immediata risposta.

Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Prego e se lo desiderasse siamo a disposizione.