Utente 209XXX
Gentili medici, vorrei farvi una domanda.
Ho 28 anni e mi è stata diagnosticata una DE su base venogenica (anche se non è proprio certa se l'origine sia psicogena o organica).
come spesso accade sono andato da numerosi specialisti cercando una soluzione che purtroppo non ho trovato ed ho eseguito i seguenti esami in centri diversi dunque:

Rigiscan:
numero episodi notturni: 3-5
Episodi brevi in durata e qualità non brillante: di fatto forse solo un episodio si avvicinava ad un'erez quasi normale.

Powerdoppler:
(20 mcg PGE1 e reiniezione in aggiunta a fentolamina)
Risposta all'iniezione: tumescenza 100%, rigidità 80%
Velocità arteria dx, 20 min: 92 cm/s
Velocità arteria sx, 20 min: 53 cm/s
RI arteria dx, 20 min: 0,84
RI arteria sx: 0,78
Pervietà e portata nella norma delle arterie cavernose bilateralmente; Discreta competenza veno-occlusiva con persistenza di flusso telediastolico anche postredosing. no differenze tra ortostatismo e clinostatismo. Disf. Erettile prevalentemente venogenica.

Cavernosometria:
Pressione intracavernosa basale: 6 mmHg.
Dopo seconda somministrazione intracavernosa di 2 ml di associazione farmacologica di papaverina (18.2 mg/ml) e fentolamina (0.9 mg/ml), unitamente a stimolazione erotica audiovisiva con occhiali virtuali (AVSS) previa assunzione di inibitore fosfofiesterasi 5, si è ottenuta una risposta erettile con i seguenti caratteri:
Pressione intracavernosa all’ equilibrio: 20 mmHg, ottenuta dopo 10 min. (press. sistemica: 120/70 mmHg). A tale pressione intracavernosa si segnala erezione di qualità inferiore alla Best Quality Erection (miglior erezione ottenuta privatamente), in assenza peraltro di rigidità assiale.
valori di flusso di mantenimento alle varie pressioni intracavernose testate (val. normalita’= 0-3 ml/min):
- 30 mmHg= 45 ml/min
- 60mmHg= non raggiungibile, a fronte di infusione intracavernosa a flusso massimale.

cavernosografia:
Visualizzazione di drenaggio venoso pancavernoso.

Conclusione
Indagine inficiata da mancato rilassamento da parte del paziente, a fronte di importante stimolazione farmacologica intracavernosa ed orale, unitamente a stimolazione erotica audiovisiva. In tal senso le immagini cavernosografiche sono innanzitutto da interpretare come incompleto rilasciamento della muscolatura liscia del soggetto in corso di indagine.

Che ve ne pare? Potrebbe essere veramente una disfunzione da stress, pur sapendo che anche durante la masturbazione la risposta non è ottimale (e si perde rapidamente) e al risveglio non ho piu' erezioni da tempo? Potrebbe esserci un piu' vistoso interessamento della tunica albuginea anche se pare nella norma?
Vi ringrazio e aggiungo una domanda: In cosa consiste esattamente l'intervento chirurgico di sovrapposizione della tunica albuginea per aumentare la resistenza venosa?^ (so che è praticato da qualche parte)

Grazie infinite a chi interverrà.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,non ci racconta nulla circa la genesi temporale e le modalità della DE (da quando tempo?Come e con chi si é manifestata?Quando ha interessato anche le erezioni spontanee e la masturbazione ?Ha mai consultato uno psicosessuologo?).Ho l'impressione che siamo partiti dalla coda, se dopo tanti accertamenti diagnostici, anche invasivi,si pone il quesito di una genesi psicogena...Cordialità
[#2] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2006
Grazie per la risposta dott Izzo.
Il problema è insorto circa 3 anni fa dopo traumatismo penieno durante attività sessuale con la mia ragazza. Ho sentito un dolore (non eccessivo e non so esattamente specificare dove) ed ho perso istantaneamente l'erezione, ma non sono comparsi ematomi o cose del genere. Tuttavia da allora ho una sensazione strana, come se fosse cambiato qualcosa nell'organo.
Sicuramente l'aspetto psicologico nel mio caso è importante e ho fatto un breve percorso psicosessuologico senza però arrivare a una soluzione o miglioramento.
Non ho proprio altro da aggiungere se non il fatto che da allora non ho piu' avuto erez spontanee, ne più mi sono svegliato con l'"alzabandiera".
[#3] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2006
perchè non mi risponde nessuno