Utente 725XXX
Gentile dottore;
Mia figlia, ora ha sette anni, all'età di due anni gli è sttao diagnosticato un soffio sistolico, con controlli effettuati ogni 3.6 mesi, durante uno di questi controlli all'età di 3 anni e mezzo,mi comunicano che il soffio è stabile, ma hanno trovato due aneurisminella parete centrale del cuore,tra i due atrii. erano die buchini di 2,6mm, dopo 3 mesi, era di 3,4, dopo altri sei mesi era di 4, e poco più..insomma ogni visita dopo,hanno aspettato un anno ed era 5,7, hanno detto di aspettare un anno e mezzo perchè avevano notato che vi era un piccolo versamento, e aspettiamo un anno e mezzo..che "magari crescendo di ferma"..due settimane fa,mia figlia ha 7 anni..il controllo..invece di fermarsi sono arrivati a 9mm, mi hanno anticipato la possibilità di un intervento difficile da fare all'ospedale di bergamo ( io sono di varese), ma poi dicono..aspettiamo 2 anni..e mi danno un numero "pronto cuore" nel caso..succeda che non stia bene..
Adesso..sono in ansia..e non capisco..cosa rischio? amzi..cosa rischia la piccola..? ho capito la pericolosità dell'interveto..ma..aspettare 2 anni..per cosa..vorrei fossero un poco più chiari..., solo che è un intervento pericoloso..con un margine di rischio altissimo. mi dicono che loro dell'ospedale di varese si affiancano all'ospedale di bergamo per questi tipi di interventi...ma non capisco..cosa aspetta la mia piccolina??nessuno me lo spiega...non avrei diritto anche io..come mamma..di..capire meglio?? ora la piccola sta bene..non ha tanta resistenza nel correre come mesi fa..ma dirmi.."se non va qualcosa, chiami.." ma..come faccio a capire cosa..non va?...
la ringrazio, e mi scusi lo sfogo..ma ..l'ansia è grande...
Grazie infinite per una sua risposta, Donatella

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La patologia della quale parrebbe essere affetto suo figlio e' un aneurisma del setto interatriale con uno shunt (forellino che permette al sangue di passare da una parte all'altra del setto).
La patologia e' veraente modesta e puo' essere corretta, ai giorni di oggi, attraverso un piccolo intervento senza aprire il torace, passando da una vena ed un'arteria dell 'inguine con una piccola sonda e chiudere il forellino con una sorta di piccolo ombrello.
Tale intervento, in mani esperte, e' esente da rischi e viene eseguito tranquillamente nelle strutture pubbliche.
Sono certo che nella zona in cui lei abita lei possa affidarsi ad un centro pubblico specializzato in questi interventi.
Si tranquillizzi pertanto, non c'e' davvero alcun motivo di ansia.
Cordialmente
cecchini