Utente 132XXX

Gentilissimi dottori, buona sera.

E' da tempo ormai che il liquido pre-eiaculativo mi accompagna (compagnia non del tutto gradita), presentandosi tutte le volte in cui il pene subentra in erezione per un prolungato periodo (sopratutto nei casi in cui, dopo un determinato periodo di tempo, quest'ultimo torni a ritirarsi nella sua posizione iniziali, per poi ritornare in erezione).


Insomma, posso dire che praticamente tutte le volte in cui mi trovo ad essere eccitato, questo liquido si fà vivo fuoriuscendo dal pene. Fortunatamente non in quantità così abbondanti da depositarsi addirittura sui pantaloni, ma comunque abbastanza per essere da mè considerato una sorta di scocciatura.

Soprattutto nella fase di preliminare effettuati con il gentilsesso, risulta essere alquanto imbarazzante (detta volgarmente... Vaglielo a spiegare tutte le volte quando magari capita che qualcuna dica "Ma sei già venuto?" "Ma no Capra! è liquido pre-eiaculativo!!", ovviamente non fà che complicare le cose in negativo).


Ho dato un occhiata in giro su internet, e a quanto sembra questo (chiamiamolo) problema, sembra essere abbastanza diffuso tra noi uomini. Nonostante questo risulta appunto praticamente impossibile nascondere questo liquido alla partner, la quale (giustamente) non sembra essere del tutto entusiasta alla vista (e al tatto) di tale liquido.


Posso gentilmente chiedere in modo indicativo, piò o meno quanti soggetti colpisce questo problema? 5 su 100? 10 su 100? 40 su 100?

Mi sembra inoltre di capire che questo fatto non sia da considerare come una patologia da curare. Giusto? Ma che anzi risulti essere una normali prassi, tale da NON doverla curare.

E ora (come era prevedibile) la domanda Gran finale:
E' possibile prendere provvedimenti tali per limitare/abolire questo fastidioso liquido che tanto mi è affezionato (sentimento al quale io non ricambio nella maniera più assoluta)? Si può fare qualcosa?

Grazie per la cortesa attenzione.

Utente 13****.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il liquido preieaculatorio è frutto di un riflesso condizionato legato alla eccitazione sessuale,paragonabile all'acquolina i bocca dinanzi ad un sartù di riso con ragù...e,quindi,è un fenomeno fisiologico.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 132XXX

Iscritto dal 2009


Capisco, ma quindi non esiste sistema, per eliminare questo problema? Non si può fare nulla?

Saprebbe indicarmi (molto indicativamente ovviamente) una proporzione di soggetti che "soffre" di questa situazione? Perchè se ad esempio fossero anche 40 su 100, le donne dovrebbero essere abituate a questo fenomeno, da qul che posso vedere io invece, sembra che nessuna sia al corrente di questa cosa!

Potrei chiedere un appuntamente per visitare un andrologo, tramite la mutua, oppure sarebbe tempo perso?

Mille grazie!
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...è un fenomeno fisiologico,quindi normale,che non ha la stesse caratteristiche in ogni maschio.Si rassegni e,con il tempo,ed una vita sessuale più regolare,andrà meglio...Cordialità.