Utente 621XXX
Buongiorno,
è gia da 1 anno che ho un problema, per ora curato in modo (credo) adeguato solamente dal mio medico di base.
Sono andata dal dermatologo per delle pustole sul decolletè ( tra il collo e il seno) più grosse di brufoli normali e soprattutto si moltiplicano a dismisura. La dermatologa l'ha chiamata "follicolite" e mi ha dato del cortisone. Il giorno dopo aver messo questa crema questi brufoli si sono quadruplicati, allora sn andata dal medico di base e mi ha parlato di infezione da stafilococco curabile con 20 giorni di antibiotico BASSADO.
Gia l'anno scorso mi erano venuti ma più piccoli e con molto meno pus. Un altro dermatologo mi aveva detto di mettere il MENADERM ma ovviamente anche in quel caso mi sono quadruplicati.
Ora sto assumendo il BASSADO e una crema cutanea antibiotica che non me li fa aumentare, anzi, sembrano diventare meno rossi. Dopo solo 5 giorni di antibiotico non vedo molti miglioramenti ma credo che ci voglia molto più tempo.
Secondo voi è la cosa giusta la terapia antibiotica? Come faccio ad evitare che mi ricompaiano altre volte? Non ce la faccio davvero più

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Gentile Utente, innanzitutto la diagnosi che certamente non le può arrivare senza visione diretta e da una sede virtuale.Il termine follicolite è generico poichè può essere ricondotto a batteri e/o lieviti,oppure rientrare tra le pseudofollicoliti e ricondursi a varie dermatosi(alla cui diagnosi ci si arriva tramite biopsia cutanea per esame istologico)o ancora far parte di reazioni allergiche, ricollegandomi alla sua descrizione dove ci dice che la regione colpita è quella del decolletè(fotodermatite giovanile primaverile che compare alle prime esposizioni solari),et cetera..et cetera.Pertanto utile rideterminarsi con un Dermatologo avere una diagnosi precisa e di conseguenza terapie mirate.
Cari Saluti
[#2] dopo  
Utente 621XXX

Iscritto dal 2008
grazie per la Sua risposta, putroppo ho girato molti dermatologi della mia zona, spendendo un sacco e avendo risultati disastrosi, cioè peggio di come ero andata da loro.
Il mio medico di base, l'unico che riesce per lo meno a farmela bloccare e in certi casi anche a far guarire non mi ha mai prescritto degli esami da fare.
Per favore potrebbe dirmi che esami dovrei fare? leggo nella sua risposta la biopsia cutanea per esame istologico, ce ne sono altre?
In piu è da mesi che sto cercando dei dermatologi in grado di curarmi, per caso lei conosce qualcuno nella zona di varese?
[#3] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Cara Utente, sto parlando senza avere visione diretta del problema.Potrebbero essere utili tamponi cutanei per batteri e miceti,test epicutanei per le allergie da contatto e fotopatch test se il problema è da ricondurre ad esposizioni a luce solare o lampade abbronzanti.Se tutto negativo, potrebbe rientrare anche in un'acne zonale ed allora sarebbero utili esami ematochimici di tipo ormonale,un'eco pelvica per escludere un ovaio policistico.Sono sicuro che recandosi, anche in strutture pubbliche, a Milano possa trovare bravissimi Colleghi.
Cari Saluti