Utente 270XXX
Gent.mo dott. Spina,
Sono affetto ormai da tempo da disfunzioni della tiroide che mi hanno portato ad un intervento di tiroidectomia totale per gozzo multinodulare tossico nel 1999 con conseguente terapia con eutirox.
Di recente, per un valore sospetto nelle analisi del sangue, l'endocrinologo dell'ospedale mi ha fatto l'ecografia e mi ha detto che ho ancora la tiroide, noduli, ecc.
Il dottore mi ha poi confermato che l'intervento che ho subito nel '99 si trattava di tiroidectomia parziale e non totale.

Le domande che le vorrei porre sono le seguenti:

- Qual'è il dato oggettivo da cui si distingue la tiroidectomia totale dalla parziale e da quale accertamento diagnostico viene provato?
- Può un pezzetto di tiroide rimasto da tiroidectomia totale, rigenerare nel tempo una nuova tiroide con una funzionalità ormonale con conseguenti noduli?
- Se avessi subito tiroidectomia totale correttamente, ad oggi ci sarebbero possibilità di contrarre carcinoma papillare alla tiroide?

La ringrazio infinitamente per questi chiarimenti.
Saluto cordialmente. Francesco.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
1. Serve senz'altro un'ecografia. A seconda dei casi puo' essere utile anche una scintigrafia nonche' lo studio, ovviamente, dei parametri ematici relativi (FT3, FT4, TSH).
2. Si', puo' accadere.
3. In caso di tiroidectomia totale non e' possibile sviluppare patologie a carico della tiroide perche'... la tiroide non c'e'!
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
Gent.mo Dott. Spina, grazie per aver risposto.
Non mi è chiara però la risposta 2 perchè sembra in contraddizione con la risposta successiva; il "pezzetto" di tiroide residua si riferisce sempre a tiroidectomia totale e, come afferma nella risposta 3, non può sviluppare noduli o neoplasie a carico della ghiandola rimossa.
In definitiva, una tiroidectomia correttamente eseguita (pur lasciando un residuo) può generare altri noduli ed eventualmente carcinoma papillare?

Grazie per la gentile disponibilità.
Francesco.
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Nessuna contraddizione, mi pare. Lei ha fatto due domande diverse: nella prima suppone la presenza di una parte della tioide, nella seconda suppone il contrario, cioe' l'asportazione totale della tiroide. Legga bene:

Domanda n.2: - Può un pezzetto di tiroide rimasto da tiroidectomia totale, rigenerare nel tempo una nuova tiroide con una funzionalità ormonale con conseguenti noduli?
Risposta: Si

Domanda n.3: - Se avessi subito tiroidectomia totale correttamente, ad oggi ci sarebbero possibilità di contrarre carcinoma papillare alla tiroide?
Risposta: No

Le due domande contengono quesiti differenti e anzi antitetici tra loro: ovvio che le risposte risulteranno diverse.
Comunque mi pare che il suo caso ricada nel caso della domanda numero 2, quanto meno stando a quello che le ha detto l'Endocrinologo con l'aiuto dell'esame ecografico. La domanda 3, sempre stando a quanto lei ci scrive, e' un'ipotesi che non riguarda il suo caso specifico.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
Ha ragione ma la contraddizione risiede nella mia stessa domanda "pezzetto di tiroide rimasto da tiroidectomia totale". Infatti (se ho capito bene) siccome il "pezzetto" è stato lasciato (generando noduli e carcinoma al seguito) non può trattarsi di tiroidectomia totale ma di parziale. Se fosse stata totale la tiroide sarebbe stata tolta tutta (o in percentuale molto vicina al 100% se escludiamo de piccoli tessuti che non possono essere rimossi). Ho capito bene? Scusi la mia insistenza ma siccome ero convinto di aver subito una "presunta" tiroidectomia totale (dato presente nella cartella clinica), vorrei capire come mai ad oggi mi ritrovo tiroide, noduli e carcinoma.

Grazie ancora.
Saluti. Francesco.
[#5] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Questo dovrebbe chiederlo a chi l'ha operata: se il dato attuale fosse confermato (cioe' se l'Endocrinologo, l'ecografia e gli esami ematochimici confermano la presenza di tessuto tiroideo) evidentemente per qualche ragione che io non conosco all'epoca fu deciso di effettuare una tiroidectomia parziale.
Cordiali saluti