Utente 270XXX
Buongiorno dottori.
Cercherò di spiegare un po la mia situazione.
Mi chiamo Stefano e in età infantile (nato prematuro) sono stato operato di ernia bilaterale inguinale e idrocele. Sono cresciuto molto in altezza e per paura delle ernie non ho mai fatto sport in maniera costante. Questo si aggiunge ad un percorso di studi che mi ha portato stress che ho probabilmente somatizzato sempre a livello gastrointestinale. O almeno io collego questo ad una stipsi frequente in determinati momenti della mia vita. In cui avevo mal di pancia e un intestino sensibilissimo a variazioni di temperatura o che. La mattina mi svegliavo e mi sveglio con meterorismo e sensazioni di malessere localizzati nel basso addome.accentuati dal fianco in cui dormo. Se dormo in un determinato fianco i dolori quasi scompaiono. Dopo questo ultimo periodo di stress ho deciso di iscrivermi in palestra per tonificarmi un po, ed allenando gli addominali ho paura di aver infiammato la zona..e messo sotto stress la zona basso addominale. Ho effettuato quindi una ecografia del basso addome e non sono state rivelati inspessimenti del tratto intestinale..ma due punte d'ernia bilaterali. A tutto questo si associa una ragade anale provocata da un clisma fatto in ospedale tempo fa dopo un periodo di stipsi prolungato. Ne ho parlato con il mio medico curante che mi ha parlato di colon irritabile..di ernie interne..ma anche di possibilità di diverticoli. e io sono piuttosto preoccupato. Sento un fastidio all'inguine costante..ed evacuare ultimamente è fare feci piccole "trafilate" e più volte al giorno. Ho integrato fibre..fermenti..ma non vedo risultati. Ho mollato palestra..per paura. Ho preso appuntamento per una visita chirurgica e mi chiedo che esami serviranno per capire cosa sia questa situazione. E' possibile operare entrambi le ernie in una operazione sola? e riguardo l'intestino vi sono esami da poter fare senza l'ausilio della colonscopia? Ho fatto bene a lasciare la palestra? la mia paura è che se ci possano essere diverticoli e si infiammino..e se non ci sono, che si possano creare con la pressione addominale.Può essere un rischio della palestra? Premetto che questo periodo di stipsi è successivo ad un periodo diarroico. In questi giorni sono attento ancora di più alla dieta anche perchè sento la pressione un po alta.
Adesso ho paura anche di poter perdere il lavoro per il periodo delle operazioni e per non essere in forma. Spero e confido nelle vostre indicazioni, a 27 anni voglio affrontare e risolvere queste cose.Grazie mille per l'attenzione e la disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Cominciamo col dire che le ernie (finora) non ci sono: una punta d'ernia non e' un'ernia, quindi da questo punto di vista per il momento non c'e' nulla da fare. Se ha prenotato una visita chirurgica del resto siamo vicini ad una definizione delle sue patologie: piu' che gli esami strumentali e' infatti con la visita che si possono diagnosticare sia le ernie che le ragadi, e certamente si potra' avere un'idea piu' chiara anche sul "se" e sul "quanto" sia effettivamente presente una Sindrome del Colon Irritabile. Per quanto riguarda la palestra io non credo che sia stata una buona idea lasciarla: l'attivita' fisica e' sempre positiva. Ad ogni modo ormai le conviene attendere il responso del Chirurgo per una nuova decisione in merito.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno dottore,
Innanzitutto la ringrazio.
Riguardo alla palestra (attrezzi e sala pesi) sto facendo alcuni pensieri in merito.
La mia paura è nell'allenamento addominale,nell'aumentare la pressione addominale.
Potrei riprenderla evitando gli allenamenti specifici all'addome?
grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Ritengo di si'. Si faccia un programma di allenamento che comprenda esercizi meno impegnativi da questo punto di vista: magari non otterra' un addome "a tartaruga", ma sempre meglio che non fare alcuna attivita' fisica!
Cordiali saluti