Utente 994XXX
Buongiorno e un doveroso ringraziamento per la Vs. disponibilità utile e preziosa.Scrivo per avere alcune informazioni riguardo mio padre: età 60 anni, nella primavera del 2008 ha subito un ricovero per cardiopatia ischemica: infarto miocardico acuto, ipertensione (sottoposto a PTCA e stent),successivamente altro ricovero per sindrome di Dressler, ed infine a distanza di quattro mesi altro ricovero per angina dovuta ad una coronaropatia monovascolare. Ha eseguito il follow up previsto con riabilitazione, e a causa della ipercolesterolemia "familiare" fra le altre medicine deve prendere le statine. Purtroppo, mio padre si è rivelato intollerante all'assunzione di questo tipo di sostanze (anche all'Ezetrol e rimedi naturali come il "riso rosso") con episodi anche gravi cui è seguito un ricovero per valori epatici "sballati" normalizzatesi nel tempo senza l'assunzione di questo tipo di farmaci.Da circa un anno non prende più nessun tipo di statina. Naturalmente pur seguendo una dieta attenta i valori ematici sono fuori la norma (colesterolo totale 259 mg/dl quando il valore normale dovrebbe essere tra 115 e 190, hdl 30 mg/dl range di normalità > 35), con fortunatamente i trigliceridi nella norma.
Sono un po' preoccupato perchè mancando la "copertura" delle statine manca un prezioso alleato nella prevenzione.
Esiste alla luce di quanto esposto una valida alternativa per combattere questa ipercolesterolemia?
Grazie della risposta che vorrete darmi.
Un cordiale saluto
D. B.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
ci sono dei buoni integratori naturali tipo l'armolipid che svolgono una funzione simile a quella delle statine, senza avere ovviamente la stessa potenza