Utente 160XXX
Salve Dottori,
brevemente cerco di far comprendere la mia situazione.
Partendo dal presupposto che soffro di attacchi d'ansia. Ho sempre effettuato l'anestesia, anche totale da bambina per ben 2 volte per un intervento alle adenoidi e poi ai turbinati.
Da qualche anno che soffro d'ansia mi è capitato di dover sottopormi all'intervento del dentista... Una volta, forse presa dalle troppe domande che mi porgeva il dottore, mi prese il panico dell'anestesia e dovetti andar in ospedale dove, pur facendomi la siringa di bentelan per precauzione, non avevano riscontrato nulla di anomalo.. Successivamente mi preparai all'anestesia locale con 3 giorni di bentelan e zirtec, feci l'anestesia e non accadde nulla... Adesso giovedì mi tocaa rifarla e da ieri ho ricominciato la base preventiva.
Caso ha voluto che ieri son stata morsa credo da un'ape e mi si è scatenata una reazione allergica cutanea, quindi sto applicando anche un cortisone locale oltre ai farmaci che già prendevo...
La mia preoccupazione è: può succedere che io abbia rezione allergica grave all'anestesia nonostante l'abbia fatta varie volte?
Se no, potrebbe esserlo in conseguenza del morso di insetto di ieri?
Sono paranoica lo sò, ma da stamattina il dito sul quale ho avuto il morso si è sgonfiato, ma ho le gote e un pò il petto rosso... quindi mi preoccupo delle rezioni allergiche

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buon giorno, da quanto ci dice non mi sembra di capire che Lei abbia mai avuto una reazione allergica all'anestesia bensì solo la paura di averla. Anche quando è dovuta andare in Ospedale i medici ci dice che non hanno riscontrato nulla ed hanno somministrato Bentelan solo per scrupolo.
Quindi non c'è motivo di preoccuparsi tanto più che sta facendo anche una terapia di preparazione.
Il morso d'ape è ininfluente,anche perchè praticamente risolto; quanto all'arrossamento che dice non si può valutare senza vederlo, le consiglio pertanto di sottoporlo al giudizio del suo medico di fiducia, insieme alla possibilità di assumere un blando tranquillante per affrontare il dentista e la sua anestesia con la maggiore serenità possibile.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
Buon giorno Dottoressa, innanzitutto grazie per la risposta.
Ieri ho sottoposto al mio medico il problema del rossore dicendomi che è una conseguenza del cortisone, che ho dovuto quindi sospendere.
Proseguo, fino a domani, con una compressa di Zirtec alla sera.
Mi ha detto di fare l'anestesia senza problemi.
Per quanto riguarda le conseguenze all'anestesia, non ne ho mai avute di così eclatanti. Da bambina di anestesie locali ne facevo una ogni 15 giorni a causa dei denti, ho tolto un neo da una gamba e in fine come le dicevo ho avuto due volte anestesia totale per interventi al naso.
E' capitato che dopo il primo intervento con anestesa totale al risveglio ero un pò gonfia e i medici lamentarono a mia madre il perchè non avesse riferito di questa mia reazione.. ( ma avevo 9 anni, ed era la prima anestesia totale per me).
Da questo episodio, al secodo intervento feci la cura preventiva... ma che io ricordi al risveglio non ero meno gonfia della prima volta -.-''
Mi vien da pensare che forse erano conseguenze dell'intervento stesso.
Per il resto mai avuto problemi , se non la gioia di una bambina che dopo l'estrazione di un dente mertiava un gran bel gelato!
L'episodio dell'anestesia locale con corsa al pronto soccorso, la si può associare totalmente all'ansia, i medici se non avessi insitito col dire mi sento male non avrebbero nemmeno optato per farmi la siringa di Bentelan.
Questo è quanto.
Di conseguenza a ciò, domani potrò fare tranquillamente questa anestesia?
Sicuramente opterò anche per un tranquillante, ma la questione del cortisone un pò mi ha messa in allerta.
Ringrazio in anticipo.
[#3] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Mi spiace risponderle solo ora, ma non avevo evidenziato il messaggio. Sicuramente sarà andato tutto bene. Non credo che il rossore possa essere inquadrato come reazione allergica al cortisone, anche se tale allergia è teoricamente possibile e succede, piuttosto un effetto collaterale a carattere benigno. Da tutto quanto scritto non mi sembra che Lei possa essere considerata un soggetto allergico, ed il "gonfiore" postoperatorio avuto è più probabile fosse logica conseguenza dell'intervento, anche se Lei non ci dice dove fosse gonfia e che interventi abbia subito al naso.
Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dottoressa,
purtroppo o per fortuna, ieri per problemi personali del mio dentista non ho potuto effettuare l'estrazione, tutto rimandato alla settimana prossima. Dovrò quindi ricominciare da lunedì la cura di antibiotico associata a quella di prevenzione all'anestesia ( Lo zirtec una compressa da 1mg a sera e il dubbio mi resta sul cortisone, dovrei prenderlo? O devo evitare proprio? Soprattutto cosa comporterebbe ciò? )
Gli interventi, di cui parlavo nei post precedenti erano relativi uno alle adenoidi e uno ai turbinati...
Per lenire l'ansia il mio medico di base mi ha consigliato il Noctaval, da assumere in occasione di forte tensione.
Come sempre la ringrazio per la sua disponibilità.


[#5] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Per la terapia preparatoria si attenga ai consigli dati dal suo medico, ripeto che da quanto ci ha detto fin qui non mi sembra che Lei abbia avuto reazioni da attribuire con certezza ad allergia, anzi, quindi la necessità di prendere tanti farmaci, in coscienza, non la vedo, ed i farmaci vanno presi quando realmente servono perchè tutti possono avere effetti collaterali come penso sia successo col cortisone.
Piuttosto se c'è il timore che Lei, allergia o meno, si possa risentire male, si accerti che lo studio del suo dentista sia attrezzato per eventuali emergenze allergiche e non.
Cordiali saluti.