Utente 270XXX
Salve,
gradirei il Vs. illustre parere in merito a tale sintomatologia. Da più di una settimana ho notato che l'urina da me prodotta presenta schiuma in quantità maggiore al mattino e di poco minore nel resto della giornata. Inoltre la quantità di urina emessa è quantitativamente diminuita rispetto a prima nonostante l'immissione di liquidi è rimasta invariata . Ho avuto da poco un parto cesareo e dopo aver avuto episodi con brividi e 38 di febbre per un solo giorno uniti a fortissimi dolori addominali ed al fianco destro, mi è stata diagnosticata una gastroenterite. Dopo pochi giorni dalla guarigione da questa, si è presentato il problema sopra descritto in merito all'urina e che tutt'ora permane. In gravidanza le analisi dell'urina evidenziavano valori di albumina al di sotto della norma, ma non so se ciò possa essere legato a ciò. Il mio medico di fiducia dopo aver diagnosticato una possibile infezione probabilmente dovuta al catetere per il cesareo, mi ha prescritto un antibiotico. Leggendo però su internet tali sintomi sembrano essere legati a problematiche renali più che ad infezioni delle vie urinarie.
Preciso che in un episodio ho notato che l'urina presentava colore verde-marrone.
Gradirei un vostro consulto in merito. Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Remo Luciani
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Egregia signora,
Il recente parto con le problematiche correlate (infezioni correlate al catetere,stasi urinaria da ingrandimento utero gravido) fanno pensare ad una problematica infettiva ricorrente. La presenza di schiuma pero', come da lei segnalato puo' essere correlata anche a patologia di origine glomerulare e nello specifico a proteinuria.Pragmaticamente consiglio di eseguire esame urine con urinocoltura,proteinuria 24 ore. In associazione a cio' esegua un controllo della pressione arteriosa.
A disposizione per chiarimenti la saluto
[#2] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
Ringrazio sentitamente per la celere risposta.
Eseguirò gli esami da lei consigliati.
Per adesso grazie ancora.
[#3] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
Salve Dottore,
gradirei un suo parere sulle analisi delle urine che ho effettuato in data odierna.
Nello specifico, tra le altre,è riportata tale dicitura:
proteine ASSENTI
chetoni ASSENTI
urobilinogeno ASSENTE
bilirubina ASSENTE
sangue/emoglobina ASSENTE
nitriti ASSENTI

SEDIMENTO:
NUMEROSE CELLULE EPITELIALI DELLE ULTIME VIE GENITO URINARIE
ALCUNI CRISTALLI DI OSSALATO DI CALCIO
NUMEROSI LEUCOCITI
FLORA BATTERICA
DIVERSI FILAMENTI DI MUCINA
ALCUNI BATTERI

Gradirei gentilmente avere un Suo consulto in merito alla interpretazione medica di tale risultanze e nello specifico se la presenza di batteri è normale oppure va "curata" e se tale quadro clinico giustifica la sintomatologia di cui all'oggetto.
Grazie anticipatamente.
[#4] dopo  
Dr. Remo Luciani
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Egregia signora,
L'esame urine eseguito giustifica quanto riferito in precedenza:e' opportuno dire che va esclusa anche la presenza di una vaginite (vista la recentegravidanza).riterrei utile pertanto eseguire un urinocoltura ed un tampone vaginale per germi comuni,chlamidia,miceti,trichimonas .la saluto cordialmente.
[#5] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
Grazie davvero per la celerità di risposta.
Chiedo scusa se la disturbo oltre.
Credevo bastasse assumere un'antibiotico per i batteri nelle urine: qual'è il ruolo dell'urinocoltura?
Grazie ancora.
[#6] dopo  
Dr. Remo Luciani
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Egregia signora,
L'urinocoltura e' fondamentale per identificare un germe patogeno ed iniziare una terapia antibiotica mirata. Dare un antibiotico alla cieca non e' corretto. Al limite può eseguire l'urinocoltura ed iniziare un antibiotico a largo spettro aspettando risultato urinocoltura.
Cordiali saluti