Utente 563XXX
Salve.
Da ormai 9 anni soffro di capogiri e instabilità perenni.
Dopo svariate e infinite visite mi hanno diagnosticato un iperattività oculare,ma ancora oggi stanno riuscendo a capire come curare il tutto.

Questa cosa mi ha portato a condurre l'età dell'adolescenza in modo molto brutto,e anche tutt'ora (è 1 anno che non posso andare al lavoro).Posso farvi immaginare la mia situazione di vita.

Di recente era più gestibile la situazione,ma ora è diventata del tutto imprevedibile e incontrollabile.

Il tutto è cominciato dopo un'operazione a entrambe i piedi per varie verrucche.
Il giorno seguente all'operazione ho cominciato ad avvertire questa instabilità e capogiri...d'allora non sono mai smessi.

Ora,mi sono fatto spedire dall'ospedale la cartella clinica dell'operazione.E bene,c'è scritto che io ho subito un anestesia locale;invece io mi ricordo benissimo che mi hanno addormentato con un gas e di non aver sentito assolutamente niente....

Ora questa cosa può centrare?Esistono casi simili ai miei dopo un anestesia?

Inoltre,che provvedimenti posso prendere contro l'ospedale?La cartella non dichiara che ho subito un anestesia totale e non fa nemmeno cenno ai capogiri.

Ringrazio i medici che mi risponderanno...Siete la mia unica risorsa

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Domenico Minniti
24% attività
0% attualità
0% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2000
Caro signore,
mi sembra di aver capito che l'intervento è stato effettuato quando aveva tredici anni. La tecnica anestesiologica prescelta dal Medico Anestesista, è stata, secondo me, la migliore. L'intervento è stato eseguito in anestesia locale e, data la Sua giovane età, è stata associata una leggera narcosi facendoLe respirare gas anestetico. Si tratta di una procedura standard, abitualmente utilizzata per ridurre il discomfort dei piccoli pazienti.
Questo tipo di anestesia non comporta sequele tipo quelle che descrive, per cui il mio consiglio è quello di consultare altri specialisti (a meno che non lo abbia già fatto) quali neurologo ed otorinolaringoiatra.

Riguardo ai provvedimenti che vorrebbe prendere contro l'ospedale, vorrei dirLe che, personalmente, comincio ad essere stufo di atteggiamenti come il Suo. Non credo esistano Medici che desiderino arrecare un danno ad un paziente, non foss'altro, per evitare seccature medico-legali tipo quelle che Le stanno tanto a cuore.

Distinti saluti
Domenico Minniti

[#2] dopo  
Utente 563XXX

Iscritto dal 2008
Salve,grazie per la risposta....
In effetti ho controllato la cartella attentamente e c'è scritto "locale + sedazione".

Quindi lei mi ha tolto il dubbio.

Per quanto riguarda il provvedimento,lo avrei fatto solo nel caso che fosse stata fatta un anestesia totale riferendo su carta una locale,e non avrei avuto nessun torto!

La ringrazio ancora per la sua risposta
Saluti