Utente 219XXX
Buonasera, ho 22 anni e soffro di alopecia androgenetica.
Nel corso degl'anni ho visto i miei capelli diradarsi sempre di più.
Da quando ho 16 anni curo la mia alopecia con una lozione a base di minoxidil e deltacrin,ma senza alcun risultato se non quello di riuscire a tamponare la situazione.
Due anni fa allora ho deciso di curare la mia alopecia con il propecia. Ho assunto il farmaco per 6 mesi ed avevo recuperato tutti i capelli. I risultati erano sorprendenti. Ovviamente notavo diminuzione della libido e sintomi affini e quindi allo scadere dei 6 mesi decisi di smettere. Ovviamente dopo un pò di tempo perdetti i capelli riacquistati. Premetto che ho ancora la maggior parte dei capelli, ma nonostante il minoxidil noto che con il passare del tempo diventano sempre più sottili e diradati ed a poco a poco inizia a vedersi la cute sulle tempie. Vorrei sapere se è davvero il propecia l'unica cura efficace. Ne sono state scoperte delle altre non cosi invasive? quanto può funzionare il trapianto?
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
le cure sono tante e possono essere efficaci adottando una strategia terapeutica integrata.
Il suo dermatologo sarà in grado di individuarla , anche attingendo alla galenica.
Il calo di libido con il propecia non è tanto ovvio , ed infatti si presenta in una piccola percentuale e non è certo la regola , anzi. Quindi è stato sfortunato. Ma le alternative ci sono .
Tra cui certo il trapianto (invasivo!), che allo stato attuale , se ben eseguito , dà buoni risultati estetici.
cordialità
[#2] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
quella del calo di libido credo fosse più una questione psicologica dopo aver letto gl'effetti collaterali e le varie notizie su internet.
Comunque il mio dermatologi sfortunatamente mi da sempre la stessa cura da quand'ho 17 anni, quindi non so fino a che punto penso sia aggiornato o informato sull'argomento.