Utente 238XXX
buongiorno gentilissimi dottori...è da premettere che sono un soggetto allergico..e mi trovo qui perchè da circa 4/5 soffro di un prurito alla gola con tosse secca che mi viene la mattina o la sera...andai dall'allergologo il mese di luglio e mi diede una cura da fare per un mese..la cura l'ho finita a metà agosto circa...è nel periodo che ho fatto la cura sono stato bene...è anche post cura nn mi sono lamentato...un mese fa ho fatto anche l'esame spirometrico che e uscito tutto nella norma...xò da due settimane noto che mi e ritornato dinuovo questo fastidio alla gola (di mattina) con sempre gli stessi sintomi (tosse secca e prurito/fastidio alla gola)...stamattina mi sono recato dinuovo dall'allergolo..che mi ha visitato e mi ha trovato la gola arrossata.. è mi ha detto di rifare la cura che feci già due mesi fa..in piu il vaccino...adesso vi dico la verità io di fare il vaccino sono contro..e anche a fare la cura visto che questi sintomi li ho solo durante la mattina..poi durante il giorno tendono a scomparire... in piu volevo dirvi che...5-6 mesi fa soffrivo di un presunto reflusso gastroesofageo è domandando in giro ho sentito che porta anche questi sintomi...ora prima di iniziare il vaccino e la cura dei medicinale..vorrei approfondire sul reflusso per vedere se questo è la causa... sinceramente questo fatto mi sta iniziando un po a tomentare...e mi stà portanto a pensare anche a qualche grave patologia..tumore... voi cosa ne pensate? posso stare tranquillo..oppure ho bisogno di qualche visita piu approfondita?

Grazie per l'attenzione..aspetto vostre risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
20% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Lei dice
<<5-6 mesi fa soffrivo di un presunto reflusso gastroesofageo>>,

poichè il reflusso è legato a modificazioni non reversibili dell'anatomia digestiva (ad es. l'ernia iatale),
ha pensato, insieme al suo curante, di approfondirne lo studio con una gastroscopia?

Saluti