Utente 191XXX
Buongiorno, cerchero di spiegare al meglio la mia situazione:
- marzo 2012 Inizio a sentire un fastidio alla mandibola parte dx palpando la zona mi sembra di sentire un linfonodo leggermente gonfio. Eseguo una visita dal mio dottore che riscontra solo la gola arrossata e mi mette in cura con antibiotico. Il fastidio non passa e decido di eseguire una visita dal mio otorino. Non viene trovato nulla che possa essere causa di questo fastidio a parte il setto nasale deviato di cui si consiglia interventi chirurgico. Per maggior sicurezza mi viene richiesto di eseguire una Tac con mezzo di contrasto.
- aprile 2012 ritiro l'esito della tac che non rivela nulla di particolare.
Massiccio facciale : minimo ispessimento del rivestimento mucoso del pavimento dei seni frontali e dei seni mascellari con presenza di formazione tipo cisti da ritenzione mucosa a livello del pavimento del seno mascellare dx.
Esame collo : Non si rivelano patologiche impregnazioni di mezzo di contrasto a carico degli organi della mesostruttura. Alcune formazioni linfonodali a morfologia ovalare, di circa 13mm di diametro massimo, in sede sottomandibolare e laterocervicale bilateralmente. Isolate calcificazioni di circa 2 mm di diametro massimo a livello della parotide dx compatibili anche con formazioni microlitiasiche. Collateralmente nella porzione degli apici polmonari compresi nel volume in studio si rivelano esiti fibrotici e isolate micronodulazioni mentellari e sub-pleuriche.
Forse per il cortisone preso per fare la desinsibilazione al contrasto il dolore scompare fino ad oggi.
Settembre 2012 Provvedo ad estrarre il sesto molare dx inferiore. Dente devitalizzato ma che aveva iniziato a farmi una fistolina con relativo pus.
Ad oggi dopo otto giorni dall' estrazione continuo ad avere fastidio/leggero dolore pulsante nella zona sottomandibolare.
La mia domanda è la seguente:
Ipotizzando che il tutto è nato dal dente estratto per quanto tempo ancora sentiro questo disturbo. Se invece non fosse il dente quale procedura corretta devo intraprendere per arrivare a capo di questo disagio.
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
16% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
"Settembre 2012 Provvedo ad estrarre il sesto molare dx inferiore. Dente devitalizzato ma che aveva iniziato a farmi una fistolina con relativo pus."

Ecco spiegata, probabilmente, l'origine dell'ingrossamento linfonodale sotto la mandibola.
L'infezione c'era da diversi anni, probabilmente, senza dare segno di se eccetto quel linfonodo.

Il disturbo probabilmente sarà già andato via, e se non lo fosse pazienti ancora una settimana.
Per il linfonodo potrebbero volerci ancora uno o due mesi per la sua scomparsa.
[#2] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
Ad oggi invece di migliorare i miei sintomi sono peggiorati i dolori e la sensazione di linfonodi gonfi e doloranti sono presenti anche sul lato opposto, il sx, e sento dolore e fastidio anche anche alla cervicale come fastidio e dolore anche nella zona della trachea. A volte è presente come un formicolio sotto il mento tipico delle anestesie. A volte mi compare un senso di bruciore al petto con rossore per poi scomparire Il mio dentista, dopo ulteriore controllo, esclude che il colpevole sia il dente. La mia situazione psicologica è al limite mi sento veramente sotto stress. Domani mi sottopongo ad ECO più ad altri esami del sangue. Cerco una risposta che mi possa dare tranquillità ma capisco che è difficile. Leggendo nel web scopro di avere di tutto e di più.