Utente 270XXX
Buonasera,
sono una ragazza di 18 anni, non fumo e se devo dire la verità, non svolgo attività fisica, in modo regolare... Mi scuso anticipatamente per la "lunghezza" eccessiva del testo.
Intanto ci tengo a precisare che sono nata prematura alla 28° settimana, con emorragia cerebrale intraventricolare sx e all'età di 5 anni mi hanno operato (metodo di cateterismo Cook-Cardiology), per la pervietà del dotto di botallo. All'età di 14 anni, operata per Appendicectomia-acuta.
Da quel momento faccio visite di controllo ogni 2 anni. L'ultima volta, nel 2011, oltre alla PA alta (165/90, dovuta secondo il medico ad agitazione), i medici hanno rilevato "Lieve prolasso del lembo anteriore mitralico con assocciata insufficienza".
Ora non sempre la PA è elevata, ma il Battico cardiaco sì. Anche a riposo, ho circa dai 90, a volte anche 105 battiti al min. Da un po' di tempo noto una sensazione di pesantezza alle gambe (non sono gonfie) e calore; il mio medico mi aveva prescritto il Venoruton, ma non ha portato ad alcun beneficio.
Da 4 mesi assumo il Laroxyl, per l'emicrania. Sono una ragazza che si agita molto facilmente e noto che spesso mi tremano le mani. Ho fatto l'esame del sangue, pensando che fosse la tiroide, per rilevazione di TSH: il valore era di 2,5.
Le mie domande sono:
1) nonostante la normalità dei referti medici, come mai si fanno visite di controllo costanti per verificare il posizionamento della spirale? A quale eventuale problema potrei andare incontro, in futuro?
2)Cosa mi consigliereste per il battito sempre così accellerato e la sensazione di "pesantezza" alle gambe ?(il "fastidio è maggiore in quella sx).
3)Dovrei fare degli esami per valutare l'insufficienza venosa?
4) Il prolasso del lembo anteriore mitralico potrebbe essere preso in cosiderazione? E' grave?
5) Il Laroxyl potrebbe portare questi effetti?
6) Nonostante la normalità del valore di TSH, si potrebbe cosiderare cmq la ghiadola tiroidea? Aggiungo che anche il ciclo è piuttosto irregolare (quasi sempre posticipato di 3-4 gg.)
Vi ringrazio per la Vostra collaborazione e colgo l'occasione per porVi i miei più Cordiali Saluti,
M.S.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cara utente
tante domande che fanno trapelare in maniera più o meno evidente il suo stato ansioso e l'ansia, purtroppo, non aiuta a vivere bene. La persistenza post natale del dotto arterioso di Botallo è stata correttamente trattata con l'impianto della "spirale". La spirale causa l'occlusione del DA mediante la formazione di un trombo. I controlli vengono eseguiti a scopo di prevenzione, ma se tutto, come sembra, procede per ilmeglio non ha motivi di preoccuparsi. Per la pesantezza delle gambe è possibile che sia dovuta ad un problema venoso o linfatico (un doppler vascolare può evidenziare eventuali anomalie venose, ma non linfatiche). Il battito accelerato non ha relazione con questo problema se non attraverso possibili cause extracardiache (es. un'anemia). La funzione tiroidea risultata normale esclude un coinvolgimento della ghiandola nella genesi dei suoi disturbi.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio enormamente per la Sua tempestiva risposta, Dr. Rillo.
Quindi l'unico problema possibile, che si potrà verificare in futuro, può essere la presenza di un trombo? L'insifficienza venosa può essere collegata in un modo o l'altro? Il prolasso del lembo anteriore mitralico può essere una "campanella d'allarme"?
Per l'ansia, il fatto è che il papà (età 47 anni) soffre ormai da 3 anni di Fibrosi Polmonare Idiopatica, malattia MOLTO " brutta", dal punto di vista prognostico. A dir la verità, penso che la mia emicrania sia dovuta anche a quello...
La ringrazio nuovamente per la Sua attenzione.
Cordiali Saluti,
M.S.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
No, probabilmente non mi sono espresso in maniera sufficientemente chiara. Il trombo al quale faccio riferimento rappresenta l'evento positivo che permette la chiusura del DA. L'insufficienza venosa è un problema indipendente. Il prolasso del lembo mitralico non è preoccupante se il grado di insufficienza che determina è lieve (questo però lei non l'ha riportato). Mi spiace per suo padre, ma il suo problema è completamente diverso dal suo.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio Dr. per la Sua spiegazione.
Ora sono molto più tranquilla.
Sì, la FPI e la mia sintomatologia sono due cose completamente diverse: io l'avevo citata, perchè credo che la mia emicrania (che cerco di curare con il Laroxyl),sia dovuta anche alla continua preoccupazione che ho per le condizioni cliniche del papà.
RingraziandoLa nuovamente Le porgo i miei più cordiali saluti,
M.S.