Utente 623XXX
Spettabile medicitalia buongiorno,
Sono un uomo di 43 anni, sono affetto da fimosi congenita del prepuzio (e forse anche di fenulo corto). Sta di fatto che però ultmimamente mi sembra che la situazione, penso anche a causa del passare degli anni, sia un pochino peggiorata, nel senso che se fino a qualche anno fa durante l'erezione nonostante la fimosi riuscivo a far scorrere, con comunque qualche difficoltà, il glande fuori dal prepuzio, adesso è da un po' di tempo che faccio fatica ad effettuare questa operazione anche in fase di rilassamento. Potete quindi immaginare dei problemi che riscontro in fase di erezione e durante i rapporti sessuali, rapporti sessuali che comunque anche in passato dovevo quasi sempre effettuare con l'uso del preservativo, poiché senza, questo problema mi procurava qualche fastidio. Sto perciò pensando seriamente di sottopormi all'intervento in oggetto. Ho sempre avuto un po' paura degli interventi chirurgici in generale ed è per questo motivo che ho tirato avanti fin'ora con questo fastidioso problema. Ho letto anche su alcuni articoli di medicina on-line che l'eventuale rimozione della parte di prepuzio interessata da fimosi può provocare poi una desensibilizzazione del glande in quanto esso rimane permanentemente scoperto, è vero? In quali condizioni anestetiche e per quanto tempo un'individuo deve rimanere in ospedale? E' possibile effettuare l'intervento anche in dayospital?
Vi ringrazio anticipatamente per la Vostra attenzione, cortesia, e colgo l'occasione per porgerVi Cordiali Saluti!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,
il problema da lei riferito è una possibile complicanza di questo tipo di intervento e dovrà discuterlo con l'urologo o l'andrologo che eventualmente la opererà. Al secondo quesito poi le rispondo che generalmente non è previsto per questo tipo di intervento un ricovero ospedaliero se non per situazioni cliniche particolari.
Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 623XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dr. Beretta,
La ringrazio per la sua celere risposta, in effetti la complicanza in oggetto è quella che mi rende molto indeciso ad effettuare l'intervento, perché comunque nonostante la fimosi riesco ad avere rapporti sessuali se si può dire normali usando comunque il preservativo, certo che se un giorno decidessi di avere dei figli la situazione richiederebbe comunque di effettuare l'intervento e pertanto meglio decidersi al più presto. Mi consola un po' il fatto che non debba ricoverarmi in ospedale.
Grazie ancora per la gentilezza e la disponibilità.
Colgo l'occasione per PorgerLe Cordiali Saltuti!
Utente 62307
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
ci tenga comunque aggiornati sulle sue decisioni , se lo desidera.
Ancora un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#4] dopo  
Utente 623XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dr. Beretta,
La ringrazio ulteriormente per la sua disponibilità e non mancherò di farVi sapere cos'ho deciso e degli esiti dell'eventuale intervento. Inizierò comunque a sottopormi ad una visita.
Cordiali Saluti!
Utente 62307