Utente 230XXX
Ho un dolore che mi tormenta sulla mascella, e non e' la prima volta che non si presenta. Comincio' 2 anni fa...gengive gonfie, un bozzolo, penso che dipenda dai denti. Vado dal dentista... dice che e' solo un ascesso che passa in dieci giorni, un po' di colluttorio e via. Poi per dirla tutta e' durato qualche mese, ora piu' ora meno intenso. Vado quindi da un altro dentista, fa la cosiddetta "panoramica" che non evidenzia nulla nell´apparato dentale, nessuna infezione, PERO' (dice lui)...un premolare, giá a suo tempo devitalizzato é "morto". Suggerisce di estrarlo. Fa solo che male tenerlo li', dice, estraendolo si apre una via allo spurgo di qualsiasi infezione. Via il dente, quindi poi il dolore "sembra" passato. Ogni tanto si ripresenta, a volte fa piu' male, a volte meno, ma del tutto non scompare.
Si fa risentire circa un anno fa. Altro dentista, altra panoramica. Ribadisce che i denti sono a posto, si' ma fa male, mi manda dall' orl sullo stesso pianerottolo.Visita (sommaria, per dir la verita') il naso e' a posto, dice, colluttorio e via. Dal dentista e' inutile ritornare. Passa di nuovo ma non scompare, come si addormentasse. Poi col passare del tempo prende a muoversi, o perlomeno scivola in basso. La prima volta si sentiva sopra il canino, adesso e' scesa giu' dietro i denti del giudizio, in poche parole a meta' strada fra lo zigomo e i denti. E da tre giorni ha ripreso a tormentarmi. Allora ieri vado dal mio medico, spiego tutto; una diagnosi "a vista" dice sinusite, bisogna lavorare di antibiotico, una cura a base di compresse "octegra", dieci giorni. Io pensavo che la sinusite prendesse sempre il naso e la fronte, invece (dice il medico) le secrezioni possono scivolare in basso e concentrarsi dove adesso fa male. Sara cosi? Per un certo aspetto spero di si, perlomeno evito di andare dal dentista. Il medico dice che si puó curare von medicine ed aerosol, neanche a sognarsi di tagliare! Posso aggiungere qualcosa: da un po' di tempo tanto muco e tanto catarro.....voi che ne dite? Esperienze simili? Pareri? ....Grazie a chi si interessera al proposito!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Difficile essere precisi nella risposta dopo tante ipotesi e tentativi
Forse un otorino con eventuale visita, endoscopia sinusale se necessaria, potrebbe fare una diagnosi corretta o con esami radiologici volumetrici se necessari.
Prima di sottoporsi a terapie farmacologiche una maggiore sicurezza sulla diagnosi penso sia consigliabile
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Alessandro Francini
24% attività
4% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
"Io pensavo che la sinusite prendesse sempre il naso e la fronte, invece (dice il medico) le secrezioni possono scivolare in basso e concentrarsi dove adesso fa male.Sarà così?"

Certo, può essere così perchè in corrispondenza dello zigomo c'è il seno mascellare, uno dei seni paranasali. Le radici di alcuni denti superiori si trovano molto vicine a questa formazione anatomica. Ecco perchè alcune volte bisogna distinguere se la causa dell'infiammazione che provoca il dolore proviene dai denti (si parla allora di sinusite odontogena) oppure proviene da situazioni di competenza otorinolaringoiatrica (sinusite non odontogena).

.
La sinusite non odontogena può avere come sintomo il dolore, ma non certo il "gonfiore alle gengive" e quel cosiddetto "bozzolo".
Infatti il seno mascellare in condizioni normali è una cavità chiusa, e l'unico orifizio sfocia nelle cavità nasali. Non c'è comunicazione con il cavo orale.
E nei casi in cui, come conseguenza di una sinusite non odontogena,il seno si riempie di pus,lo stesso pus drena,appunto, in cavità nasale, non in bocca.

Io approfondirei l'ipotesi odontogena, fermo restando che potrebbe pure esserci anche una concomitanza di sinusite non odontogena (.....da un po' di tempo tanto muco e tanto catarro") non in relazione con la prima.
Sarebbe bene, oltre a visionare una radiografia panoramica, controllare la vitalità di tutti i denti dell'emiarcata superiore corrispondente, facendo tutti i vari test diagnostici (termici ed elettrici).
Cordiali saluti