Login | Registrati | Recupera password
0/0

Curare il disturbo bipolare senza farmaci

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012

    Curare il disturbo bipolare senza farmaci

    Buongiorno,sono utente che soffre di disturbo bipolare.
    Premetto che ho gia un genitore che soffre di questo disturbo,e di un altro che usa lorazepam e altre benzodiazepine.
    Ora sono in fase di equilibrio,non utilizzo nessun farmaco(gli ho utilizzati per solo 3 mesi (un anno e mezzo fa) volevo chiedere se esistono terapie che NON utilizzano farmaci per la cura di questo disturbo anche in queste fasi di equilibrio in cui non si manifesta nè la fase maniacale e nè la fase depressiva per evitare ricadute..Vorrei inoltre sapere se esistono terapie che permettono di guarire totalmente da questo disturbo.



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 1889 Medico specialista in: Psichiatria
    Psicoterapia

    Perfezionato in:
    Psicologia

    Risponde dal
    2003
    Gentile utente

    Allo stato attuale non vi è evidenza di cura del disturbo bipolare senza trattamento farmacologico che è da considerarsi un disturbo cronico.

    Piuttosto, dato il suo caso è probabile che l'evento precedente e trattato per tre mesi possa considerarsi un episodio dello spettro bipolare e non propriamente il disturbo stesso.


    Dr. Francesco Saverio Ruggiero
    http://www.francescoruggiero.it
    http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    Dr.Saverio Ruggero la ringrazio per la sua risposta. risposta.
    non riesco però a capire che differenza c'è tra episodio dello spettro bipolare ed il disturbo stesso.
    Che probabilità ci sono in questo da passare da un episodio dello spettro bipolare al disturbo stesso?
    Vorrei sapere cosa si può fare nel frattempo per evitare ricadute di questo genere(stili di vita alimentazione ecc.)



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 1889 Medico specialista in: Psichiatria
    Psicoterapia

    Perfezionato in:
    Psicologia

    Risponde dal
    2003
    Un evento episodico è da considerarsi tale con l'eventualità di una ripetizione nel tempo senza per questo che si sviluppi patologia franca.

    Il singolo evento può essere anche considerato l'inizio del futuro disturbo bipolare.

    Il disturbo invece presenta sintomi evidenti durante il suo decorso.

    Allo stato attuale, avendo lei ricevuto una diagnosi e non essendo in trattamento, dovrebbe essere valutato per capire se effettivamente si è trattato di un fenomeno episodico o meno e, quindi, andrebbe confermata la diagnosi di disturbo bipolare che richiede un trattamento continuativo per evitare che eventuali cicli lenti possano tramutarsi in cicli rapidi in assenza di una terapia adeguata.

    Non è possibile non trattare il disturbo ma i controlli devono essere frequenti e precisi.


    Dr. Francesco Saverio Ruggiero
    http://www.francescoruggiero.it
    http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it


Discussioni Simili

  1. Dismorfofobia
    in Psichiatria
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 22/10/2012, 17:50
  2. Depressione
    in Psichiatria
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 24/10/2012, 13:42
  3. Disturbo ossessivo
    in Psichiatria
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 10/01/2013, 18:38
  4. Il virus nel sangue
    in Psichiatria
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 01/02/2013, 22:55
  5. Mescolare farmaci
    in Psichiatria
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 21/02/2012, 19:56
ultima modifica:  13/08/2014 - 0,06        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896