Utente 617XXX
Sono una donna di 38 anni e lo scorso anno, senza nessuna difficolta', sono rimasta incinta, ma al terzo mese di gravidanza ho putroppo perso il bambino e sono stata sottoposta ad un raschiamento. Successivamente ho incontrato un altro uomo con il quale da 4 mesi tentiamo inutilmente di avere un figlio. Abbiamo rapporti non protetti diverse volte al mese e li concentriamo nei giorni in cui dovrei essere fertile ma arrivano puntualmente le mestruazioni. Non essendo piu' giovanissima, vorrei sapere quanto tempo devo attendere prima di procedere a fare degli accertamenti. In questi mesi ho fatto, su consiglio della ginecologa, degli accertamenti di tipo ormonale che hanno evidenziato che e' tutto a posto. Mi chiedo se il mio compagno deve fare qualche analisi o se invece e' meglio tentare per altri mesi di rimanere incinta. Grazie per l'attenzione e la risposta, Paola

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara lettrice,
vista la vostra situazione relazionale e gli accertamenti di primo livello da lei fatti che sono nella norma , a questo punto potrebbe essere utile un esame del liquido seminale per il suo compagno e poi la valutazione attenta e diretta da parte di un patologo della riproduzione umana.
Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cara lettrice,

per decidere di avere una gravidanza diventa assolutamente fondametale sapere se il maschio ha un liquido seminale capace di fecondare, cosa questa che non può mai essere data per scontata.
Una visita andrologica ed uno spermiogramma diventano fondamentali senza perdere molto tempo ( tenuto conto della sua età riproduttiva)
cari saluti
[#3] dopo  
53238

Cancellato nel 2012
Cara Signora,
la sua è la tipica espressionedi un luogo comune: La donna è la responsabile pressochè unica di tutte le infertilità di coppia.

Non è assolutamente vero!!
L'uomo è "responsabile" quanto la donna!! Le cause di infertilità sono pressochè equamente distribuite nei due sessi.

Lei che ha avuto una gravidanza recente "senza nessuna difficoltà" ed ha fatto le indagini di base risultate negative si chiede se deve far fare delle indagini al suo compagno?
Certamente!!

Cari saluti. Ci faccia sapere se crede
[#4] dopo  
Utente 617XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per avermi risposto. I miei dubbi non riguardavano il fatto che i problemi di fertilita' possano essere della donna cosi' come dell'uomo, sono bene che e' cosi'. Piuttosto mi domandavo se, dopo 4 mesi di tentativi, sia gia' il caso che il partner inizi gli accertamenti o se e' 'piu' saggio' attendere qualche altro mese: la ginecologa che mi segue, per esempio, mi ha detto di attendere almeno 6 mesi..diciamo che se non accade nulla inizieremo entrambi al piu' presto a fare qualche accertamento in piu'. Grazie ancora, P.
[#5] dopo  
53238

Cancellato nel 2012
Potete certamente aspettare ma probabilmente vista l'età di entrambi ed il fisiologico calo di fertilità anagrafico si può già fare un esame molto semplice, uno spermiogramma.
Se regolare si può aspettare anche oltre i 6 mesi.

Cordiali saluti
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,
concordo con le sagge parole del collega Maio. E' l'età da lei riferita che ci spinge ad incoraggiare, senza perdere altro tempo, anche una attenta e diretta valutazione andrologica per suo marito.
Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#7] dopo  
Utente 617XXX

Iscritto dal 2008
Vi ringrazio per l'attenzione e per le risposte. Saro' sincera: se fosse dipeso da me avrei iniziato gli accertamenti (su di lui) gia' prima ma gli uomini (o forse e' solo mio marito) chiedono tempi piu' lunghi. Cerchero' di convincerlo a fare al piu' presto almeno lo spermiogramma e... speriamo bene! Un saluto e buon lavoro a tutti voi
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara Signora ,
purtroppo è proprio così, i "veri" uomini devono essere moribondi per chiedere un aiuto o una consulenza medica.
Ancora un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com