Utente 219XXX
Salve, ho quasi 23 anni e da quasi un anno combatto con la pelle grassa, oleosa ed arrossata soprattutto sulla fronte e l'acne che invece si concentra soprattutto sulle guance e sul mento. Ho consultato il dermatologo che visitandomi mi ha detto che sulla fronte ho la dermatite seborroica ma non ha voluto prescrivermi alcuna cura, mentre per i brufoli mi ha dato Minocin 100 per 21 giorni. Inizialmente la situazione era un po' migliorata ma appena ho smesso di prenderlo sono ritornata un mostro come prima. Allora sono tornata di nuovo dal dermatologo che mi ha detto che dovrei prendere il minocin ogni qual volta che sta per tornare la mestruazione e smettere poco dopo, tutti i mesi. Per quanto riguarda l'untuosità mi ha detto che è la mia pelle che è così e lui non può farci nulla e mi ha consigliato di determinarmi col mio ginecologo. Ci tengo a precisare che ho il ciclo irregolare, talvolta di 30 o di 34, gli ultimi 2 mesi l'ho avuto di 37 giorni e ho fatto in passato diversi controlli di routine ed ecografie transvaginali dal ginecologo, il quale non mi ha mai diagnosticato microcisti ovariche e non mi ha mai detto che soffro di ovaio policistico (so che può generare acne). Riparlando col mio ginecologo di questa situazione, egli mi ha consigliato di fare il dosaggio ormonale dei seguenti parametri: testosterone, DHEAS e Androstenedione e mi ha detto che se i valori risulteranno più elevati del range previsto o borderline potrebbe prescrivermi una pillola con azione antiandrogenica, altrimenti sarebbe molto titubante nel farlo. Vorrei sapere se questo approccio terapeutico per la mia acne può essere valido, se è il caso di valutare altri ormoni, altri parametri. Vorrei tanto risolvere questa situazione perchè al contrario di ciò che afferma il dermatologo la mia pelle non era così e tutto ciò sta minando la mia autostima

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
salve,
non vedo il motivo del suo ginecologo ad essere titubante! Inoltre l'iperandrogenismo può essere dovuto non solo ad un ovaio policistico ma a pèarecchie altre situazioni. Peraltro nella sua situazione, il sospetto principale è la presumibile sottostante disendocrinia, per cui andrebbe valutata da uno specialista ginecologo competente che le facesse fare gli esami giusti poi li sapesse valutare correlandoli alla clinica, che è cosa fondamentale.
Per quanto riguarda il dermatologo, non so, perchè non so se abbia avuto una terapia locale per gestire sia il problema delle pustole che della seborrea. Posso solo dire che, aimiei pazienti prescrivo trattamenti sia farmacologici che non locali, una detersione adeguata ecc, il tutto, sempre, assieme alla eventuale terapia di carattere generale (pur dando terapie generali raramente per l'acne)
Questo è quanto, per lo meno per quanto attiene il mio modus operandi nei cobnfronti dell'acne

Saluti
[#2] dopo  
219775

dal 2013
Gentile Dott. Mocci,
ho eseguito i dosaggi ormonali che mi erano stati prescritti dal ginecologo e i valori non sono completamente nella norma. Il testosterone è 0,75 ng/ml ed il limite è proprio di 0,75 ng/ml; il DHEAS è di 378 ng/ml ed il limite è di 407 ng/ml mentre il delta 4-androstenedione è ben di 9,21 ng/ml quando il limite è di 3,30!! A questo punto il ginecologo ha detto che era necessario prescrivermi una pillola con un progestinico antiandrogeno e mi ha dato Yaz da prendere per 6 mesi. Ho iniziato a prendere la pillola da 3 giorni ed anche se capisco che è presto per dirlo, ho notato che la pelle è un po' meno arrossata e lucida, solo sulla fronte c'è ancora un po' di untuosità ma cmq un po' meno rispetto a prima. Per quanto riguarda l'acne e la seborrea invece il dermatologo non ha voluto prescrivermi nessuna terapia locale, solo terapia sistemica farmacologica (come ho riportato sopra); mi ha però consigliato un detergente da usare a giorni alterni ed un peeling idratante al bisogno, che però non risolvono il problema. Difatti continuano a spuntarmi delle pustole sulle quali talvolta applico il perossido di benzoile 5% (su indicazione del farmacista), che però mi secca molto la pelle...oltretutto le pustole che se ne sono andate mi lasciano delle macchie rosse (pur non avendole toccate o strizzate con le dita) che faticano a scomparire anche dopo diverse settimane!! Addirittura dove c'erano due brufoli (che però avevo strizzato, ahimè) si sono formate 2 macchioline rossastre più scure rispetto alla mia carnagione che non vogliono sapere di andarsene e ormai, dato che le ho da 2 mesi temo che non si riassorbiranno più e che siano delle cicatrici (nonostante la pelle in quei punti non sia in rilievo o infossata, è una sorta di iperpigmentazione)...ciò mi sconforta molto perchè non vorrei riempirmi di brutte cicatrici
[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Allora, vedo che il suo ginecologo un pò si è orientato. Sopno sempre del parere che sarebbe il caso di avere una consulenza di un ginecologo che faccia l'endocrinologia ginecologica, perchè nel suo iperandrogenismo ci sarebbero da valutare altre sfaccettature. Non concordo , poi con la terapia dermatologica, avendo, personalmente una impostazione assolutamente diversa. Il che naturalmente non vuol dire che la terapia del suo specialista non sia valida

Saluti
[#4] dopo  
219775

dal 2013
Gentile dott. Mocci,
la ringrazio per la sua risposta. A questo punto proverò a cercare un altro specialista, perchè il dermatologo a cui mi sono affidata mi prospetta solo la terapia riportata precedentemente. Le chiedo se gentilmente potrebbe consigliarmi crema o un olio che da applicare sulle gance per agevolare la scomparsa delle discromie dovute all'acne Se già riuscissi a far scomparire pian piano queste macchie ne sarei davvero molto felice.
La ringrazio
Saluti
[#5] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Le darei con enorme piacere il consiglio che chiede se le norme deontologiche, le linee guida, il buon senso, ma, soprattutto il rispetto che ho verso di lei come paziente, non me lo impedissero.
E' davvero necessaria una visita dal vivo.

Buon fine settimana
[#6] dopo  
219775

dal 2013
Va bene, Dott. Mocci la ringrazio per la sua disponibilità e per la sua serietà.
Buon fine settimana anche a lei.