Utente 172XXX
Gentili Dottori,
dopo più di due anni il mio problema persiste, ho cercato di conviverci, ma ho timore di possibili conseguenze quali fibrosi del pene o tumore. Ho effettuato diverse visite andrologiche ma senza una soluzione reale, infatti ogni notte (anche di giorno durante alcuni pisolini) ho delle erezioni ininterrotte senza alcun stimolo dovuto a sogni o sessuali (anzi ormai non riesco più a sognare vista la qualità del sonno); solo dopo essermi alzato e dopo diversi minuti riesco a rilassare l'erezione ed a riprovare dormire; succede mediamente 2-3 volte per notte.
Una di queste notti, ho effettuato una ricerca su in internet e mi sono imbattuto in uno studio effettuato dalla dott.ssa Yang Xia dell'università del Texas - Houston. Si diceva che in alcuni individui l'eccesso di adenosina può, appunto, provocare forme di priapismo; quindi hanno individuato l'enzima adenosima deaminasi che combinato col polietilene glicole potrebbe curare tale patologia.
Vorrei sapere cosa ne pensate, visto che alcuni di voi avranno partecipato a simposi sull'argomento e soprattutto in che modo è possibile conoscere i livelli di adenosina, cioè se esiste un test di laboratorio che dia un riscontro oggettivo.
Grazie in anticipo per l'aiuto che potrete darmi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
le ipotesi sono un bel po e ilk livello di un messaggero intracellulare come adenosina ciclica è certamente correlato ad una funzione, ora bisogna vedere checosa scatena la liberazione di quel messaggero, allora e solo allopra si avrà terapia cer5ta per priapsimo notturno intermittente. In altre parole la dott.ssa ha scoperto che la lettera viene inviata, e va ben, ma quale che sia il cojntenuto della lettera ancora non si saq.
[#2] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
Grazie dr. Cavallini, anche se non sono molto ferrato in tecnicismi medici, mi chiedevo comunque se esiste un test di laboratorio che possa misurare i livelli di adenosina.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Il vivere significa che ha adenosina. Mi spiego: l' adenosina è la busta, trovare che un fenomeno fisologico o patologico, come il priapismo o l' erezione, dipendono dalla presenza di adenosina, significa che è fenomeno attivo, come rialzo febbrile, e non passivo come caduta a terra per sbalzo pressorio. Il poche parole avere adenosina significa fche qualcuno ha spedito una busta: sa quanti miliardi di buste spedisce il nostro organismo. Il perchè la abbia spedica, il destinatorio ed il mitt4ente sono ignoti. Non serfve misurala a scopo clinico.
[#4] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
Grazie dott. Cavallini, avrei sperato in una risposta che mi desse uno spiraglio di fiducia in una nuova soluzione. Saluti
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Il priapismo notturno intermittente è dovuto ad una personalità fortemente ansiosa, si chiama nucleo psicotico. La psicoterapia a volte funziona. Quella farmacologica ancora non l' ho vista funzionare.