Utente 271XXX
Gentile dottore,
una settimana fa mi è entrata una scheggia di legno di circa un centimetro nel pollice, proprio nel punto in cui il pollice piega, credo quindi tra la falange prossimale e quella distale. Ho rimosso la scheggia (con un pò di fatica) ed essa appariva intera. Nei giorni successivi si è formata una piccola bolla di pus in corrispondenza della ferita, si è manifestato gonfiore e una minima difficoltà nella mobilità del dito (forse dovuta al gonfiore stesso?) che a distanza di una settimana persiste. Nei primi giorni ho applicato dell'Aureomicina sulla ferita. Cosa mi può dire?

Attendendo una risposta, la saluto cordialmente.

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

deve iniziare una terapia antibiotica per bocca (quella locale spesso non è sufficiente) e verificare che tutto il pus sia fuoriuscito (a volte bisogna ripetere le manovre di spremitura/drenaggio).

Se non passa, deve farsi vedere dallo specialista dopo aver fatto un'ecografia del pollice, perchè a volte restano in profondità piccoli frammenti di scheggia, che impediscono la guarigione.

Buon pomeriggio.
[#2] dopo  
Utente 271XXX

Iscritto dal 2012
Ma siccome avverto anche un pò di dolore "interno", è possibile anche l'interessamento di un legamento o di un nervo? grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
No.

Se ci fosse un problema al nervo avrebbe metà polpastrello addormentata o formicolante.

Se ci fosse un problema al tendine non potrebbe muovere attivamente il pollice.
[#4] dopo  
Utente 271XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille!
[#5] dopo  
Utente 271XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille!
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.