Utente 271XXX
Egr. Dott Cavallini,
Mi trovo in condizioni analoghe a quelle di un altro utente del servizio che ha ricevuto una risposta da Lei.
Mi e' stata diagnosticata una giencomastia vera con ingrossamento del tessuto mammario dovuto in parte all'adipe ed in parte alla ghiandola.
Mi e' stata quindi prospettata la soluzione chirurgica, ma ho letto che Lei ha consigliato degli antiestrogeni. io vorrei discutere la cosa con il mio medico. Per antiestrogeni si riferiva a dei serm o a degli inibitori dell'aromatase? E quali precauzioni occorre prendere se si intraprende questo percorso?
Grazie e mi scusi per la domanda direttamente rivolta a Lei.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
mi riferiusco agli inibitori della aromatasi. nel corso della terapiaq vanno0 monitorizzata la coagulazione sanguigna, e prima di iniziare va controlla la prostata. Vanno eseguiti profili ormonali ogni 2 mesi nel corso del trattamento.