Utente 271XXX
Buongiorno;
non ho mai avuto disturbi seri alla salute fin quando la scorsa primavera si sono presentati degli attacchi di panico che mi hanno costretto in due occasioni a rivolgermi al pronto soccorso. Il sintomo principale era l'iperventilazione, accompagnata da tachicardia e sensazione di intorpidimento degli arti, fino ad arrivare ad una contrazione degli stessi durante un attacco di panico particolarmente significativo: le mani soprattutto erano particolarmente rigide e si è rivelata necessaria una chiamata al 118. Nessun esame, effettuato dopo esser stato accettato al pronto soccorso, ha riscontrato anomalie cardiache o respiratorie; la seconda volta mi è stato consigliato di rivolgermi ad un neurologo e così ho fatto: egli ha confermato la diagnosi degli attacchi di panico, già ipotizzata dai cardiologi del pronto soccorso, e mi è stato prescritto l'utilizzo di un ansiolitico per un paio di mesi, durante i quali sostanzialmente non ho presentato sintomi. In seguito talvolta ho avuto tachicardie e difficoltà respiratorie, ma a livelli decisamente meno preoccupanti di quelli presentatisi in primavera.
Da una settimana e mezza però soffro di intorpidimento e formicolii al braccio (mano non compresa) e/o gamba sinistri. Tale disturbo va e viene e si presenta senza causa apparente, provocandomi uno stato d’ansia che sembra acutizzare l’intorpidimento. Stamani, ad esempio, la gamba ha iniziato a formicolare mentre ero in piedi. La mia paura è che questo sintomo nasconda problemi più gravi; vorrei, dunque, domandarvi se esso è compatibile con la diagnosi degli attacchi d’ansia, e se sì come mai è localizzata solo ad un braccio e una gamba specifici; in caso contrario come mi consigliate di muovermi?
Vi ringrazio anticipatamente per le vostre risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
L'ansia può accentuare sintomi che non sono direttamente dipendenti da essa. e così sembra nel suo caso, ma i disturbi sono banali e a mio giudizio difficilmente dovuti a un problema oggettivo importante. Continui a curare l'ansia.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 271XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera dottore, la ringrazio per la risposta. Posso chiederle un ulteriore chiarimento? Intende dire che potrebbe esserci uno stato patologico, seppur non grave, che disturba la circolazione del sangue? Nel frattempo, comunque, ho provato un formicolio anche alla gambe destra (e lì limitato).
La ringrazio ancora per la sua risposta.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Alla sua età è altamente improbabile. Sembrano più parestesie legate a posture sbagliate. Credo che può stare sufficientemente tranquillo
Saluti
[#4] dopo  
Utente 271XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio ancora, è stato davvero gentile.
Le auguro una buona serata.