Utente 261XXX
G.li dottori, pongo qui una domanda che forse andrebbe meglio in ematologia.
A maggio a seguto di strani disturbi; capogiri, ansia, attacchi di panico, senso di sbandamento vampate di calore eccetera, ho svolto esame emocromo completo con valori di piastrine leggermente più bassi della norma (147.000) ed ematocrito leggermente piu basso della norma, con volume corpuscolare medio leggermente più altro (non riporto i valori esatti poichè non ho disponibili adesso).
adesso a distanza di 5 mesi ho ripetuto le analisi e le piastrine sono sempre lievemente basse 145.000 e stavolta l'mch risulta lievemente aumentato 33,4(v.n. 33).
essendo che da qualche tempo avverto sensazioni strane di spossatezza e capogiri che sono state attribuite ad ansia, senso di minzione frequente (mi è stato riscontrata una lieve infezione delle vie urinarie), la comparsa di una piccola macchia di vitiligine in volto associata magari a questo periodo di stress (è comunque un disordine autoimmune), e il fatto di trovarmi spesso in bocca dei tonsillolliti maleodoranti, ci può essere un collegamento, magari autoimmune, tra tutti questi malesseri e anche i dati delle analisi riscontrate? Mi consigliate di fare altre analisi?
Il mio medico ha associato tutto ad ansia, costatando che nel primo emocromo ho fatto anche elettroliti (nella norma) ft3 ft4 e anticorpi tiroidei nella norma (solo il tsh lievemente piu alto della norma (5,3).

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Egregio utente,
i valori delle piastrine che riferisce non sono significativi e devono essere considerati nella norma (vede l'asterisco nel referto solo perché quel laboratorio ha voluto settare a 150mila per microlitro il cutoff della conta piastrinica).
Per quanto concerne i disturbi che lamenta: una volta completato il percorso con il medico curante, se non dovessero emergere elementi organici meritevoli di attenzione, sarà opportuno rivalutare la situazione in ambito psicologico/psichiatrico. A questo proposito sarebbe utile anche un nuovo controllo del TSH (e un'eventuale visita endocrinologica).
Saluti,