Utente 272XXX
Salve,

chiedo un consulto sulla mia situazione perché è piuttosto invalidante.
Il mio problema è che sono intollerante al freddo, tanto che la mattina ed il primo pomeriggio in questa stagione sono sempre tremante ed infreddolito, eccetto la sera o il tardo pomeriggio dove i tremori tendono a diminuire, temo molto anche l'umidità. L'unica stagione in cui mi trovo bene è l'estate. Questa intolleranza al freddo m'impedisce una vita normale soprattutto evito di espormi al freddo esterno.

Sono di corporatura magra ed il mio corpo mi sembra sempre abbastanza caldo, eccetto le zone periferiche (mani e piedi) che quando ho freddo possono diventare anche gelide. In estate quando sento caldo anche le zone periferiche risultano calde.

I tremori potrebbero essere accentuati dal mio 'quadro psichiatrico' in quanto soffro di ansia ed agitazione.

Cosa può essere? Come combattere questa situazione?
[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Premesso che la componente psichica può innescare reazioni quali quelle descritte,
le dirò che il problema che lamenta alle estremità (mani e piedi) potrebbe essere l'eritema pernio (geloni), che colpisce soggetti predisposti.
I geloni tendono a colpire le estremità,
pertanto sono utili guanti per proteggersi dal freddo, l'assunzione di vitamina D ed un'attività fisica atta a vascolarizzare le estremità, creme idratanti e protettive, occorre evitare il fumo.

Cordialmente