Utente 448XXX
Salve, sono un uomo di 50 anni peso 78k alt. 1.83. Sono stato sottoposto lo scorso 24 agosto 2007 ad intervento di ernioplastica inguinale sx con protesi in polipropilene "tension free" in un grande ospedale romano. Da circa 20 gg accuso notevole fastidio alla ferita (con irradiazione al fianco sx.) Il fastidio diventa dolore se rimango fermo in piedi, presente soprattutto la sera, scompare con il riposo notturno. Non noto rigonfiamenti sulla od in prossimità della ferita e non ho aumento di dolore alla pressione. Preciso di avere seguito tutte le indicazioni precauzionali durante la convalescenza (2 settimane di riposo, 2 mesi con slip contenitivo) oltre le normali visite di controllo. Una ecografia a 7 mesi può essere utile? Una nuova visita ? Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Gentile signore,
la recidiva di ernia inguinale è una complicanza della plastica erniaria. L'applicazione di una rete di polipropilene con metodica "tension free" rendono questa evenienza più rara ma non impossibile.
Purtoppo in alcuni casi i tessuti impiegati nella plastica possono cedere ed indurre la ricomparsa dell'ernia. In questi casi anche aver seguito tutte le indicazioni di convalescenza può non essere stato sufficiente.
In altri casi fenomeni di cicatrizzazione possono coinvolgere alcune terminazioni nervose ed indurre dolore in assenza di recidive.
Le consiglio quindi, per sua tranquillità, di rivolgersi al chirurgo che l'ha operata per una valutazione diretta.

Cordiali saluti