Utente 269XXX
buonasera dottore, ho 44 anni e da tanti anni so di essere allergica, anni fa avevo fatto dei vaccini ma senza avere troppi risultati cosi sono circa dieci anni che non faccio nulla e vivo comunque bene a parte periodi molto brevi in cui soffro di raffreddore allergico ma molto lieve.
mi sono rivolta da un otorino per un problema di vertigini e acufeni di cui soffro oramai da diversi anni e dopo aver fatto degli esami del sangue da lui prescritti e una tac maxillo facciale mi ha detto che sono ancora allergica (prist 351) e che ho una congestione nasale con ingrossamento dei turbinati.
mi ha prescitto un vaccino sublinguale e delle vitamine da fare per almeno un anno.
non mi ha dato antiallergici ma subito il vaccino.
domanda:
secondo voi e' un iter corretto?
prist 351 e' molto alto? in passato ero oltre i 900
il vaccino sublinguale puo causare gravi controindicazioni?
non assumo farmaci, a parte azarga per glaucoma oculare.
mi ha infine parlato della possibilita' di effettuare una riduzione dei turbinati in modo chirurgico, se non dovesse risolversi la cosa entro un anno di cura.
in questo caso, l'operazione e' effettuata in anestesia locale con tamponi?
vertigini, e acufeni in mancanza di altre patologie, possono essere causati da problemi di allergie?
un grazie a chi mi puo un pochino spiegare la situazione
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
è impossibile per noi dare un giudizio sulla correttezza di una impostazione terapeutica senza avere la possibilità di giudicare direttamente il caso.
Posso dirle che, in linea generale, di fronte a certi segni clinici sarebbe auspicabile un trattamento farmacologico anche a breve/medio termine. Questo anche in relazione alla possibilità di evitare l'intervento chirurgico, tenendo presente il fatto che Lei percepisce comunque sintomi di lieve entità e solo per brevi periodi. Deve sapere inoltre che comunque, in assenza di terapia medica, la congestione e l'ipertrofia dei turbinati sono spesso soggette a recidivare dopo la riduzione chirurgica.
Vertigini e acufeni non sono riconducibili all'allergia.
Per quanto concerne i "vaccini" antiallergici (trattamento a lungo termine), bisognerebbe domandarsi il perché dei precedenti fallimenti e considerare anche questo elemento nella valutazione dell'indicazione a questo tipo di trattamento (cosa che solitamente fa meglio un allergologo rispetto ad un otorino, che giudica piuttosto lo stato anatomico delle prime vie aeree).
Saluti,
[#2] dopo  


dal 2012
la ringrazio dottore infinitamente per la sua risposta, mi rivolgero' al medico corretto da lei indicato per capire esattamente l iter corretto per me.
grazie molto.
[#3] dopo  


dal 2012
buongiorno dottore, mi sono rivolta a un allergologo che mi ha confermato il bisogno di un trattamento sublinguale che ho ordinato e mi arrivera' tra una ventina di giorni.
un cortesia... come si somministra esattamente un vaccino sublinguale?
sollevo la lingua, applico le gocce, e poi adagio sopra la lingua in modo che le gocce siano sotto.. ? giusto? e per quanti minuti ? mi scusi, ma non ho mai preso un farmaco sublinguale, e purtroppo ho questi dubbi...
grazie infinitamente
[#4] dopo  


dal 2012
scusatemi, potete indicarmi come si somministra il vaccino sublinguale?
e se ci sono controindicazioni all'uso di farmaci, se si quali.......
grazie mille