Utente 130XXX
Buonasera!!

A causa di un infezione portata dal morso del mio gatto il dottore mi prescrive "claritromicina rathioparm"
Tra gli effetti indesiderati noto "prolungamento dell'intervallo Q-T" (seppur molto raro), inoltre viene sconsigliato per le persone che soffrono di aritmie ventricolari.

Io, che sono sempre un po' paranoico, ho tirato fuori gli esami del cardiologo di 10 mesi fa e lui riferisce sotto la voce esami strumentali:
- ecg
- tachicardia sinusale
- tracciato dell'eta (ho 27 anni)
- erco
- ampio click sistolico senza evidenza di prolasso

Inoltre a volte soffro di extrasistoli (in verità molto raramente e senza mai conseguenze oltre al fastidio...be, vi sono dei giorni che le sento più volte ma sempre senza nessun effetto. Il cardiologo le definisce benigne e fisiologiche)

Il cardiologo (faccio una visita ogni due, tre anni) dice che non ho niente, ma comunque se proprio capito in periodi in cui le extrasistoli diventano fastidiose, consiglia si assumere sequacor 1,25 (mai dovuto prendere per fortuna)

Ora mi chiedo: dato il mio quadro clinico posso assumere "claritromicina"? Ho gia preso 4 pastiglie da 250 mg e non mi hanno fatto niente. Però ora non assumo l'altra perchè sono agitato..mica che mi viene uno colpetto...inoltre il mio dottore non c'è fino a lunedi!
E poi già che vi scrivo, potete spiegarmi cos'è questo "click sistolico senza evidenza di prolasso"?

Grazie per l'attenzione,
cordiali saluti, Dario

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
gentile utente
può stare più che tranquillo! I macrolidi possono aumentare il Qt in soggetti predisposti ed in particolare quando assumono farmaci che allungano il QT, per cui se il suo medico le ha prescritto questo antibiotico sà benissimo che in lei non ci sono problemi del genere