Utente 273XXX
Buongiorno,
mi chiamo Roberto e ho 39 anni. Sul finire delle vacanze estive, ho cominciato a soffrire - come mi capita talvolta - di sintomatologia riconducibile al colon irritabile. Al rientro dal mare, il 20 agosto, mi sono fatto visitare subito da un gastroenterologo del Policlinico di Milano che mi ha fatto fare esami del sangue ed esami delle feci risultati negativi. Ho assunto il "Trimonase" per "disinfettare" il colon (cosa che pare abbia funzionato) ma in concomitanza con l'assunzione di questo farmaco mi sono spuntati sulla fronte 5-6 papule (di circa 3-5 mm) senza apparente pus e non pruriginose, solo semplici rigonfiamenti della pelle rossicci che ho cercato di sgonfiare con il tea tree. Alla visita di controllo ho fatto presente al gastroenterologo il problema ma lui ha negato vi fosse connessione con l'assunzione del farmaco o con i miei problemi di stomaco (diarrea). Nel frattempo lo stomaco è tornato normale, ma hanno cominciato a spuntarmi numerosissimi brufoletti sottopelle sulle braccia che poi si sono estesi al petto e al collo diventando col tempo (circa due tre settimane) piccole papule a forma di cupoletta, perlopiù del colore della pelle o rossicce. Mi sono fatto visitare da un dermatologo che ha definito il quadro come "eruzione eritemato papulosa", minimizzando un po' il problema e consigliandomi l'uso di Dermomycin cort (2 volte al dì) più un disinfettante batterico da usare come docciaschiuma. E' passata una settimana e i "brufoletti" (o papule) mi sembra che stiano quasi aumentando,
tanto da farmi sembrare un 15enne in piena fase ormonale. Sono davvero molti: su fronte, parte esterna delle spalle-braccia, e petto. La fronte ne è davvero piena, qualcuno sta spuntando pure sul collo e dietro le orecchie.. Molte volte sono quasi ravvicinati a gruppi, del tipo tre-quattro a breve distanza. Mi chiedo quale possa essere l'origine del problema visto che i medici che mi hanno visitato (gastro e dermatologo) non mi hanno saputo dare risposte precise. Ci può essere qualche problema di intolleranza al farmaco assunto? Il tutto va omai avanti da circa un mese e mezzo e non ho mai avuto in passato problemi di acne o rush cutanei. Grazie!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Stefano Battaglini
36% attività
0% attualità
12% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Gentile utente, le sedi citate sono tutte zone cosiddette "sebacee" perciò è verosimile che si tratti di brufoli o follicoliti, cosa abbia scatenato questa situazione è difficile dirlo, personalmente trovo poco probabile l'associazione di questo problema con i suoi disturbi intestinali. Se la situazione persiste ritorni dal dermatologo.
Un saluto
[#2] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dott. Battaglini, innanzitutto la ringrazio per la risposta. Quello che un po' mi preoccupa è il fatto che le papule siano arrivate fino ai polsi (mani escluse, per ora) e che abbiano una certa persistenza. Qualcuna sembra stia diminuendo di volume ma è sempre lì. Quelle sulla fronte permangono da ormai un mese e mezzo, rosse, quasi violacee.. E' normale? Mi scusi la domanda magari banale, ma non avendo mai sofferto di acne in passato, se non da adolescente e in maniera abbastanza blanda, non conosco la tempistica di assorbimento di un "brufolo". Ovviamente, non pretendo una diagnosi a distanza ma solo indicazioni di massima.
Inoltre, essendo il dermatologo che mi ha curato un po' frettoloso, diciamo così, non ho ben capito per quanto portare avanti la terapia con Dermomycin Cort. Per ora sono alla prima settimana. E soprattutto, che arco temporale devo darmi per tornare dal dermatologo? Grazie ancora.