Utente 182XXX
Salve ieri mi sono tagliato con una lamiera, sono andato al pronto soccorso e mi hanno diagnosticato una lesione (parziale, il tendine era rotto per 2/3) del tendine estensore, all'altezza della metà del dorso del pollice, un pò al di sotto dell'articolazione della falange prossimale con quella distale. Hanno eseguito in anestesia locale sutura termino terminale con dermalon 2/0 e sutura della cute. mi hanno infilato un ago dal pollice e messo una stecca per 5 settimane. mi hanno prescritto augmentin e di farmi medicare 1 volta a settimana per 5 settimane presso l'ospedale, e fin qui tutto normale credo.. Oggi vado per la medicazione, mi tolgono la stecca, mi dice che la pelle è bella, non ci sono segni di necrosi, e mi cambiano il protocollo, mi medicano, mi ingessano fino all'avambraccio e mi tolgono l'ago. Io sono fisioterapista e non avevo mai sentito una lesione tendinea ingessata, mi dice che serve per tenere più fermo il pollice. poi mi dice di tornare a togliermi il gesso dopo 3 settimane, medicarmi e poi di nuovo ingessare per altre 3. la mia domanda è: tenere una ferita aperta suturata per 3 settimane senza essere medicata sotto un gesso che non respira ma è normale? si ingessa una lesione tendinea?
in attesa di una vostra risposta vi ringrazio anticipaamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

di norma no, perlomeno oggi si preferisce utilizzare suture "di scarico" (dinamiche, tipo pull-out) e mobilizzare precocemente il dito, per evitare le aderenze peri-tendinee.

Perlomeno è quello che farei io.

Buon W.E.