Utente 266XXX
Allora, premettendo che ora sembra ho risolto tutto, vi spiego tutto ciò che è successo:
I miei sintomi sono iniziati a Giugno dopo che dopo i pasti (non tutti) Avevo forte nausea, ma senza vomito. Dopo qualche giorno non ho più rilevato questo sintomo ma si aggiunse forte diarrea pure se non mangiavo nulla. La guardia medica pensava fosse un virus e mi diede una cura per il virus. Dopodichè il 17 Luglio sono andato all'ospedale (Non avevo più diarrea continua però pure se mangiavo una cavolata mi veniva mal di pancia e avevo forte alternazione delle volte in cui andavo in bagno) e visitandomi non avevo dolori. Mi hanno detto che si trattasse di Colon Irritabile e mi hanno dato Debridat 2 volte al giorno prima dei pasti, io l'ho preso per soli 10 giorni perchè poi ho provato dei fermenti lattici. I sintomi si erano un pò calmati nel senso la diarrea non la avevo fortissima però il problema era questo: Io sono stitico di mio, sin da piccolo, prima di avere ciò andavo in bagno ogni 7 giorni (A volte pure 9) e verso metà agosto circa andavo in bagno tutti i giorni 1 volta al giorno con piccoli fitti prima di andarci, sembrerebbe normale ma per il mio intestino non lo era (Anche perchè avevo alternanze infatti capitava che a volte ci andavo dopo più giorni) quindi sono andato dal mio nuovo medico di famiglia e mi ha detto di prendere Debridat per 20 giorni per 3 mesi 3 volte al giorno (Vale a dire 10 giorni di riposo dopo i 20). Ho fatto la prima cura per 20 giorni e i risultati non erano poi così cambiati, però un pò si infatti di che andavo ogni giorno in bagno dopo i primi venti giorni ci stavo andando ogni 2 giorni (Per il mio organismo è più normale andarci dopo tanti giorni che ogni giorno visto che sono stitico) ho fatto 10 giorni di pausa e poi ho riiniziato, la cosa strana è che proprio appena ho riiniziato sono tornato improvvisamente come una volta, sono andato in bagno dopo 7 giorni (Parliamo di 1 mese fa) e non ho avuto alternanze solo che ovviamente andarci ogni 7 giorni non è buono quindi mi stavo prendendo dei lassativi, ed è da 1 mese che sono tornato come un tempo.

La mia domanda è questa: Il colon può infiammarsi a causa di cattiva alimentazione? Io mangiavo sempre patatine e bevevo tanta coca cola.
Poi volevo sapere se io sto attento adesso a come mangio (Perchè ora mangio bene) è meno probabile che in futuro torni a soffrire di Colon Irritabile?
Poi durante quei sintomi notavo che se mi agitavo dopo un pò di ore veniva un pò di diarrea, adesso invece no.
[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Ecco le risposte:


Il colon può infiammarsi a causa di cattiva alimentazione? Io mangiavo sempre patatine e bevevo tanta coca cola.

>> il colon non può infiammarsi a causa della cattiva alimentazione, ma può alterare la sua funzione (con stipsi, meteorismo, diarrea, ).

Poi volevo sapere se io sto attento adesso a come mangio (Perchè ora mangio bene) è meno probabile che in futuro torni a soffrire di Colon Irritabile?

>> la buona a alimentazione e alla base del controllo di un colon irritabile <<

Reputo, comunque, sia utile una valutazione gastroeeterologica per la corretta impostazione della sua colopatia.


Cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Concordando con quanto suggeritole nel precedente consulto per l'identica problematica
http://www.medicitalia.it/consulti/Colonproctologia/303190/Ecco-la-mia-situazione
vorrei confermarle come valida l'ipotesi del colon irritabile (<<avevo alternanze >>,<<se mi agitavo dopo un pò di ore veniva un pò di diarrea>>).

Tale sindrome, SII (Sindrome del Colon Irritabile), è molto spesso di non facile gestione,
sia alimentare che terapeutica,
pertanto non è facile da curare, a dispetto della benignità della patologia.

E' importante, dunque, imparare a convivere con i sintomi di questa malattia e non lasciarsi mai prendere dallo sconforto.

L'attività fisica è importante.
Si deve fare attenzione ai cibi con potenziale flatulogenico forte (da consumare con cautela):
Latte e derivati del latte.
Verdure: cipolle, fagioli, sedano, carote, cavoletti di Bruxelles, cavoli, carciofi, spinaci, cipolla, rucola, cetrioli, sedano
Frutta: uva passa, banane, albicocche e succo di prugna.
Spezie
Caffè, tè, Coca Cola e bevande contenenti caffeina
Bibite gassate

Anche le fibre e cibi integrali (in alcuni soggetti migliorano la situazione, in altri la peggiorano).

La terapia è anch'essa un "abito su misura" che il gastroenterologo confeziona sullo specifico paziente.

Saluti
[#3] dopo  
Utente 266XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per l'immediata risposta!
Comunque fino a 2 mesi fa riscontravo dolori al fianco sinistro quando mi toccavo, proprio dove sta il colon, ora non più, da 1 mese che non lo sento più.
Il colon irritabile equivale ad una infiammazione in pratica? Non ho capito bene questa cosa leggendo su internet, Se è un infiammazione non si può disinfiammare con dei medicinali? O poi si torna a infiammare? e si torna a infiammare a causa del tuo stato d'animo etc.?
[#4] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Il colon irritabile non è una infiammazione del colon,
ma una alterazione del suo stato funzionale (= si muove male).
[#5] dopo  
Utente 266XXX

Iscritto dal 2012
Ma potrebbe pure capitare di avere il colon infiammato?
[#6] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Dovremmo parlare di un'altra malattia!
[#7] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008

Gentile utente, non so quali articoli avrà letto su internet, ma se si sofferma sul sito di Medicitalia troverà articoli e professionisti da cui avrà notizie certe su tale sindrome. Per maggior chiarezza le invio il link di un articolo presente sul sito da cui ho estrapolato anche il seguente concetto:

>> Nel colon irritabile non vi è una condizione infiammatoria del colon, mentre ci sono anomalie nella distribuzione delle pressioni nei vari segmenti, anomalie nel tono muscolare e nelle secrezioni, e soprattutto complessivamente c'è una coordinazione anomala, spezzata o paradossale, dei vari segmenti intestinali. <<

http://www.medicitalia.it/minforma/psichiatria/562-colon-irritabile.html


Cordialmente

[#8] dopo  
Utente 266XXX

Iscritto dal 2012
Grazie.
Volevo sapere delle ultime cose: Ma quando uno è stitico di natura, diciamo che al mondo ci sono tante persone stitiche di natura, è dovuto a cosa l'essere stitici?
E un'altra cosa: Si dice che col colon irritabile bisogna conviverci, ma come mai appena ho preso il Debridat non ho più dolori da 1 mese? Il mio dottore mi dice che è un inizio il mio di colon irritabile in quanto sia una cosa minima in quanto non ho mai avuto forti dolori, l'unico problema che avevo è che nonostante ero stitico in bagno ci andavo ogni 2 giorni senza diarrea ma con piccoli fitti (E che quando mi agitavo assai mi veniva un pò di diarrea) Può essere che per un pò almeno non soffri più di questo problema visto che è già 1 mese che non ne soffro? O dovrò aspettarmi che prima o poi tornerà e devo imparare a conviverci?
[#9] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Deve imparare a conviverci.
L'intestino ha meccanismi funzionali complessi e non è possibile prevedere, nel colon irritabile, se darà stipsi o diarrea.

L'intestino irritabile è ancora una sindrome oggetto di studi.
[#10] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008

1) nessuno è stitico di "natura". Lo si diventa, e spesso, per cattive abitudini (che non vengono corrette).

2) il colon irritabile lo si può controllare con i farmaci e, soprattutto, con la consapevolezza di avere tale affezione. È il soggetto che deve "dominare" il colon e non viceversa.

Saluti