Utente 272XXX
Buongiorno Gentili Dottori,

Due settimane fa ho accusato un forte dolore al fianco sinistro che si è diffuso in prossimità dell'addome sinistro e della schiena in basso a sinistra. Ero a letto e l'unica posizione che mi ha consentito di non acuire il dolore era sdraiato sul lato destro. Il dolore è rientrato spontaneamente.

Tuttavia, l'indomani mi sono svegliato con un po' di febbre che è durata per 4/5 giorni, associata a un persistente dolore alla testa (soprattutto alla nuca e alle tempie).
Mi sono subito sottoposto a degli esami ematochimici e i risultati hanno riscontrato dei valori anomali nei seguenti elementi:
Albumina - 53,1
Globuline Alfa 1 - 5,8
Globuline Alfa 2 - 13,9
Globuline Beta 2 - 6,9
Presensa di emoglobina nelle urine pari a 50
Presenza di emazie nelle urine pari a 50
VES 28
Ferro 35

Ho portato i risultati al mio Curante che ha riscontrato un'anemia da carenza di ferro unita a perdita di sangue e, pertanto, mi ha prescritto ulteriori analisi per la rilevazione di eventuale sangue occulto nelle feci e l'urinocultura. A seguito dei risultati, mi sottoporrò a esame delle feci per rilevare la presenza di batteri o parassiti.

Comincio seriamente a preoccuparmi perché avverto un senso di stanchezza generale, "pesantezza di testa" sulla nuca e, ogni tanto, avverto dei piccoli doloretti interni che si sviluppano dal fianco sinistro al fianco destro sino a toccare il basso ventro e l'inguine.

I sintomi che ho descritto possono denotare patologie di grave entità?

Grazie molte per la disponibilità.

Un cordiale saluto
[#1] dopo  
Dr. Remo Luciani
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Egregio Utente,
la sintomatologia da Voi descritta sembra essere compatibile con un quadro di colica renale : tale condizione si verifica in presenza ad esempio di calcolosi renoureterale ed in tale contesto vi potrebbe essere una sovrapposizione batterica.La presenza di emazie nelle urine è fortemente suggestivo in tal senso.Le consiglierei di eseguire un nuovo esame urine con urinocoltura associato ad una valutazione degli indici di funzione renale (azotemia e creatinina) emocromo,assetto marziale (sideremia,ferritina e transferrina) con indici di flogosi (ves pcr).A queste indagini aggiungerei un'ecografia renale e vescicale ed eventualmente una rx diretta addome al fine di identificare calcoli radiopachi non visibili alla semplice ecografia.Con le risultanze prevderei una visita nefrologica.
Cordiali saluti a disposizione per chiarimenti la saluto
[#2] dopo  
Utente 272XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio molto Dott. Luciani,

Ho effettuato ulteriori esami delle urine i valori, attualmente, risultano tutti negativi. Anche l'esame colturale ha dato esito negativo.

Il mio curante mi ha prescritto un esame per la ricerca di sangue occulto nelle feci e anche questo ha dato esito negativo.

Mi chieso, tuttavia, se l'iposideremia rilevata 2 settimane fa possa essere associata a un'eventuale colica renale.

Tra qualche giorno mi sottoporrò sicuramente agli esami specifici che mi ha gentilmente suggerito.

Ancora grazie.

Un cordiale saluto