Utente 273XXX
Buon giorno,

Sono affetto da Malattia di krohn, artrite reumatoide, per cui assumo giornalmente salazopyrina e medrol, e diabete di tipo A. Da qualche giorno ho notato un arrossamento del glande e della regione del foglietto prepuziale con lieve prurito.

Pensando che potesse trattarsi di una forma fungina ho applicato il caneste ma con scarsi risultati. Leggendo, tra i vostri articoli ho visto una foto che descrive esattamente la condizione dello stato del mio pene "balanopostite lichenoide e plasmacellulare". Chiedo se questa patologia può essere una conseguenza di quelle che già ho oppure ne è indipendente? Ho letto che il pevaril potrebbe aiutarmi. Me lo confermate?

Grazie per la risposta.

Buona giornata.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Carissimo,

ha letto sicuramente il mio articolo:

http://www.medicitalia.it/minforma/dermatologia-e-venereologia/1390-balanite-lichenoide-storia-clinica-tecniche-diagnostiche.html

estrapolando quindi una immagine dallo stesso.

Sappia che le immagini che immettiamo (e per le quali raccomandiamo sempre la visione ad un pubblico adulto e motivato all'orientamento medico non vincolante su questi temi) benchè professionali, sono puramente indicative:

sappia che il "polimorfismo di una singola patologia dermatologica" può avere così tante facce da rendere sempre indispensabile la diagnosi dermatovenereologica specialistica.

Pertanto, dia valore a questa condizione programmando la visita dermovenereologica, l'unica che potrà fare chiarezza sul suo caso. Nel frattempo si astenga da ulteriori terapie senza diagnosi

carissimi saluti


[#2] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
Dott. Laimo

La ringrazio per la risposta dalla quale però non si evince sull'eventuale correlazione con le patologie che ho già

Non ho conoscenze con dermovirologi in Roma.
Lei non ha pubblicato l'eventule onorario che dovrei riconoscerle qualora decidessi di rivolgermi a Lei.

La ringrazio e le auguro buon lavoro.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Carissimo (il mio cognome è Laino, ma non fa nulla),

per prima cosa, le confido che sono solito correlare le patologie fra loro, allorquando esse siano correttamente diangosticate e qui mi pare che non ci sia una diagnosi dermatologica.


Per tale ragione e per la rarità del quadro clinico da lei presunto - mi permetta - faccia diangosticare per bene da un dermovenereologo (non esiste il dermovirologo)

Deve sapere che potrà agevolmente reperire uno specialista dermovenereologo in qualsiasi ospedale e istituto universitario ed ospedaliero anche pubblico della nostra città, basta parlare con il proprio medico di famiglia o chiamare il cup regionale.Ovviamente non respingiamo nessuno, ma non è questo lo spirito che muove il mio impegno in www.medicitalia.it e in www.latuapelle.org (unici siti nei quali rispondo ai quesiti dei pazienti)

nota personale:

non sono tenuto a pubblicare i miei onorari su medicitalia.it (i quali sono semplicemente reperibili assieme a tutte le altre informazioni rese per trasparenza al pubblico presso la mia segreteria telefonicamente) e perché ritengo medicitalia.it tutt'altro che un servizio di pubblicità personale sulle singole prestazioni, pur nel rispetto pieno di chi ha aperto quella possibilità (fra le tante che aiutano noi medici a migliorare il rapporto con voi all'interno di medicitalia.it ed a cui va tutta la mia gratitudine e coloro i quali usufruiscono regolarmente e in pieno diritto di quel servizio).

carissimi saluti
[#4] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
Dott. Laino

Mi perdoni per l'errore nel trascrivere il suo cognome.

La ringrazio per la Sua correttezza e tempestività nelle risposte.

Le auguro il meglio nell'ambito della Sua attività lavorativa e nella vita privata.

Cari saluti