Utente 273XXX
Buonasera. Da circa due settimane o più, ho un senso di costrizione al collo localizzato solo sulla parte sinistra. Ho provato a prendere del paracetamolo o cmq dei farmaci da banco per dolori generici ma non è successo assolutamente nulla. Posso muovermi liberamente, se tocco la parte interessata non c'è alcun incremento della sensazione di costrizione, ma quest'ultima è stabile per tutta la giornata. Più che un dolore è a metà tra un torpore ed una pressione costante sulla zona interessata, come se avessi una difficoltà circolatoria. Non mi era mai capitato prima e non mi sembra sia un torcicollo che so riconoscere bene. Allo specchio ho notato che una delle vene del collo, sempre nella zona interessata, è più gonfia. Inoltre lungo l'asse verticale del collo, dallo stesso lato, al tatto, sento delle micro "cisti" (giusto per non dire palline) che non avevo mai avuto. Aggiungo che sono un fumatore. Detto questo, il mio problema principale risiede nel capire a chi rivolgermi per una visita specialistica o meno, considerando che sono lontano da casa, vi resterò per almeno un altro mese ed il mio medico di base si trova lì. Non sono per niente ipocondriaco ma ho interesse a risolvere quanto prima il problema. Convivere per 24 ore al giorno con un fastidio del genere non è che sia proprio il massimo. Ringrazio anticipatamente per la risposta. Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
E' consigliabile innanzitutto una valutazione cardiologica.
Le "palline" dovrebbero essere dei linfonodi, normalmente presenti nella regione laterocervicale.

Altra ipotesi più lieve, da porsi dopo visita cardiologica, è quella di sintomi cosiddetti "atipici" del reflusso.

Cordialmente