Utente 327XXX
EGREGI DOTTORI VORREI UN CONSIGLIO RIGUARDO IL NUOVO METODO PER ELIMINARE I TATUAGGI (TES) SE E' UN METODO EFFICACE E CHE NON ABBIA CONTROINDICAZIONI..IN QUANTO IO AVENDO DUE TATUAGGI VORREI ELIMINARLI PER CAUSA ESCLUSIONE DAI CONCORSI IN F.A. INOLTRE VORREI SAPERE EFFETTIVAMENTE ANCHE UNA VOLTA RIMOSSO QUEL MINIMO DI INCHIOSTRO RIMANENTE CHE SARA' STATO GIA' ASSORBITO DAL CORPO SE POSSA CAUSARE DANNI ALL'ORGANISMO IN ATTESA DI VOSTRE RISPOSTE VI RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE.
[#1] dopo  
Dr. Dario Graziano
44% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2010
gentile utente, ad oggi sui tatuaggi non esiste metodo provato in maniera scientifica se non la tecnologia laser (e la chirurgia ovviamente!).
cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Stefano Battaglini
36% attività
0% attualità
12% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Come scritto dal Dr. Graziano, al momento la rimozione con laser è l'unica metodica con efficacia dimostrata in numerosi studi scientifici internazionali. Cosa che non si può affermare per la metodica tes.
[#3] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2007
Gentilissimi dottori vi ringrazio tanto per le risposte..però la mia curiosità era la la differenza tra i due meccanismi uno lo aspira l'inchiostro mentre l'altro va a distruggerlo nella pelle e quest'ultimo sarebbe il laser distruggendo le piccole parti di inchiostro l'organismo farà fatica a smaltire ciò oppure lo smaltirà tranquillamente? si trasformerà in linfonodi ??
[#4] dopo  
Dr. Stefano Battaglini
36% attività
0% attualità
12% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Nulla si trasforma in linfonodi, i linfonodi sono delle "stazioni di filtraggio e di produzione" presenti in tutto il nostro organismo. Non mi dilungo qui sulle loro numerose funzioni.L'organismo non "fa fatica" a smaltire il pigmento" lo smaltisce senza problemi. Ad ogni modo si è osservato che già effettuando un tatuaggio è possibile ritorvare particelle di pigmento all'interno dei linfonodi che drenano quella zona di cute. Tale presenza di pigmenti nei linfonodi non si è rivelata pericolosa.
[#5] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2007
Egregio Dottore quindi a finale i veri rischi sanitari sono se fatti da uno specialista con attrezzature poco igieniche che possono essere quali epatite A B ecc. ecc. mentre se fatti in maniere pulita e corretta in se per se in tatuaggi non portano alcun rischio sanitario..giusto ? La ringrazio per il tempo dedicato nel rispondermi a tutte queste domande...